Fernando Alonso capitalizza al massimo la scelta di disputare la Qualifica Sprint del GP di Gran Bretagna con le gomme rosse. Lo spagnolo è stato autore di una partenza fenomenale, che l’ha proiettato dall’undicesimo posto fino al quinto quando Perez è andato in testa coda nelle fasi iniziali della qualifica sprint.

GP di Gran Bretagna, leggi qui tutte le ultime notize

E neppure in gara si è risparmiato, continuando a prenderei rischi, ma dando spettacolo nei corpo a corpo con Ricciardo e Norris.

Alla fine ha conquistato il settimo posto, finendo ancora una volta davanti al proprio compagno di squadra Ocon.   

E’ stato uno dei pochi in pista ad attaccare più che accodarsi. L’animale da gara sarà anche in là con gli anni, ma la fame di adrenalina è sempre la stessa. Una scarica tale da avergli fatto vivere spazio e tempo dei 17 giri di Silverstone in maniera dilatata: “Partire con le rosse - ha dichiarato a Sky Sport F1 -  è stato un rischio e le prime curve sono state emozionanti, ma poi è stata una gara lunghissima. 17 giri li avete visti voi, a me sono sembrati 80!”.

Ad Alonso piace la Qualifica Sprint

E anche se per un pilota con molte stagioni alle spalle sarebbe normale aspettarsi un commento a caldo dal tono reazionario sul format, Alonso si è dimostrato molto più rivoluzionario nel dare il suo giudizio: “Non è male e non cambia nemmeno troppo, ieri la qualifica è finita più o meno nello stesso ordine di tutte le domeniche. Oggi abbiamo aggiunto un extra emozionante perché noi piloti dovevamo rischiarcela tra partenza e sorpassi. Si aggiunge più azione rispetto alle prove libere del venerdì , sicuramente noiose spettatore”.

Poi ha continuato commentando la sua partenza a razzo: “Abbiamo fatto una buona partenza, con qualche rischio che non avrei mai preso se fossi stato in lotta per il campionato, ma in una giornata come oggi è stato bello”.

Qualifica sprint, la classifica finale

Sprint race