Sarà presumibilmente una battaglia dura e serrata, e Toto Wolff lo sa. Il tutto senza perdere il vizio di indicare negli avversari i favoriti nell'imminente GP d'Ungheria, dove Max Verstappen e la Red Bull vorranno rialzarsi dopo il botto di Silverstone. La Mercedes invece potrà contare su un Lewis Hamilton galvanizzato dall'ottavo successo davanti al pubblico di casa.

GP Ungheria: Hamilton a caccia di record dove tutto è cominciato con la Mercedes


L'importante è che Max stia bene

Nella preview diffusa dalla scuderia, Wolff ha dato questa lettura sull'incidente in Gran Bretagna: "Ognuno ha la propria opinione sugli eventi di Silverstone, ed è stato un incidente molto polarizzante. Tuttavia, la cosa più importante è che Max stia bene. Non è mai bello vedere un'auto che si schianta, soprattutto a velocità così elevate e in una curva del genere, quindi siamo contenti che sia uscito illeso dall'incidente. L'ultimo weekend di gara è stato molto divertente per i fan e abbiamo avuto una folla al completo sugli spalti, cosa che non accadeva da un po' di tempo. Potevamo sentire la loro energia. Ciò ha reso il fine settimana incredibilmente speciale e ovviamente hanno avuto la possibilità di assistere ad una gara molto drammatica, come hanno fatto tutti gli altri a casa. Per noi è stato un fine settimana incoraggiante per la competitività della vettura, i piccoli aggiornamenti che abbiamo introdotto hanno funzionato bene e abbiamo ottenuto alcuni punti importanti, adesso cerchiamo di mantenere questo slancio. Lewis era in forma incredibile a Silverstone, ha fatto una rimonta brillante davanti al pubblico di casa dopo la penalità. Anche per Valtteri è stato un buon fine settimana, con un ottimo lavoro di squadra e un buon ritmo, e ci ha aiutato a ridurre il margine in entrambi i campionati".

Verstappen, Pu salva e nessun commento: "Ma dell'incidente ho una mia opinione"


Ultima fatica prima della pausa

Per Budapest il team principal della Mercedes ha detto di vedere il suo team leggermente sfavorito: "Sappiamo quanto siano piccoli i margini in questa stagione e come il vantaggio stia oscillando da una squadra all'altra ad ogni gara. Noi e la Red Bull sembravamo molto vicini a Silverstone e la Ferrari era molto veloce, e ora la battaglia si sposta sul prossimo appuntamento in una pista molto diversa. L'Hungaroring è un circuito ad alto carico aerodinamico, stretto e tortuoso. Quasi una versione grande di una pista di go-kart. L'Ungheria sarà quindi una sfida diversa rispetto all'ultima gara, ed è una pista che probabilmente si adatterà meglio ai nostri concorrenti, ma daremo tutto quello che abbiamo. E' stata una prima parte di stagione lunga e intensa e siamo quasi alla pausa estiva. Vogliamo assicurarci di affrontare l'ultimo sforzo con il piede giusto, prima di avere la possibilità di ricaricarci, fare il punto su tutto quello che è successo finora per poi tornare a combattere nella seconda metà della stagione".

La Red Bull chiede il riesame della penalità ad Hamilton