Sulla scia della bella gara di Sainz di ieri nel GP d'Ungheria, John Elkann loda i suoi piloti proprio a metà del Mondiale di Formula 1 2021. La sosta estiva sarà il tempo giusto per far riflettere su quanto fatto di buono finora e per riprendere le energie in vista di un terzo posto nella classifica Costruttori da recuperare.

Lo sa bene anche il presidente e amministratore delegato del Cavallino che durante la conference call con gli analisti per presentare i risultati del primo semestre del 2021 si è voluto focalizzare anche sull'importanza del motorsport nell'universo Ferrari. Dopo anni di "risultati deludenti per troppo tempo in Formula 1", finalmente la Rossa ha ritrovato una nuova energia e soprattutto delle prestazioni all'altezza della storia del Marchio. 

Leclerc ko al primo giro del GP d'Ungheria: "Bella partita a bowling: è una m***a"

L'importanza della Ferrari nella F1 e non solo

Il probabile podio di Sainz, per l'ufficialità del 3° o 4° posto bisognerà attendere l'esito FIA dell'appello fatto dall'Aston Martin, è riuscito a cancellare il k.o. in curva 1 di Leclerc all'Hungaroring. Per questo Elkann ha sottolineato quanto la nuova coppia di piloti di Maranello stia facendo bene e soprattutto del bene: "In Formula 1, la nostra giovane ed entusiasmante coppia di piloti, Leclerc e Sainz, ha portato nuova energia all'intero team. La Ferrari è più concentrata che mai sull`importanza della sua dimensione sportiva nell`automobilismo".

Euforia e voglia di lavorare bene che spazia oltre la F1: "Stiamo anche lavorando intensamente al nostro ritorno nella classe delle hypercar e in particolare alla 24 Ore di Le Mans nel 2023 - ha aggiunto Elkann -. Il successo ai massimi livelli delle corse automobilistiche è nel nostro sangue, come abbiamo dimostrato con la nostra vittoria alla 24 Ore di Spa nella Endurance Cup del Gt World Challenge questo fine settimana. Lavorare ancora più a stretto contatto in questi mesi con i nostri team di corse ha solo affinato la mia e la nostra determinazione a raggiungere la vittoria in pista e ad assicurarci di sfruttare ancora di più le opportunità di trasferimento tecnologico dalle nostre attività di corse automobilistiche ai nostri programmi di auto da strada".

Sainz: "Con due dettagli al posto giusto, potevamo lottare per la vittoria"