Zero a zero e palla al centro, dopo 12 gare e con 11 teoriche ancora da disputare. Riparte dal GP del Belgio la sfida Ferrari-McLaren per il terzo posto, riparte da un 163 a 163, punti iridati che hanno un peso molto diverso a seconda della prospettiva dalla quale si osserva la stagione. Una McLaren alla quale è mancato l'apporto di Daniel Ricciardo, appena 50 punti contro i 113 di Lando Norris. 

Tre settimane di sosta estiva, per Ricciardo, hanno significato un'opportunità di staccare da una stagione finora difficile. Spa per rilanciarsi e provare a correre una seconda metà di campionato su tutt'altro segno.

Leggi anche: Binotto, così la Ferrari ha superato l'usura gomme

Cercasi un nuovo Ricciardo

Segnerà il GP numero 200 in carriera, in una fase cruciale: un paio di anni ancora per giocarsi tutto. Dimostrare di poter battere un Norris solidissimo e sfruttare il potenziale McLaren per tornare a essere vincente.

"Spa è la pista perfetta per tornare, con i suoi tratti ad alta velocità e le spettacolari variazioni altimetriche. Sono tornato al lavoro al simulatore, in fabbrica, questa settimana, per preparare il week end e sono pronto a tornare in macchina.

Si tratta di un week end speciale per me, visto che sarà il mio 200° Gran Premio. Se me l'avessero detto nel 2011 a Silverstone, quando debuttai, che sarei arrivato a 200 GP, sarei stato di certo entusiasta. È una bella pietra miliare da raggiungere, sicuramente una della quale sono orgoglioso. Farò di tutto perché sia un week end da ricordare", racconta Daniel.

Norris, dov'eravamo rimasti

Dall'altra parte del box ha un Norris che ha posto il riferimento a un livello altissimo, probabilmente ben oltre le previsioni dello scorso inverno, sulla competitività McLaren (approfondisci com'è cresciuta la monoposto nell'arco della stagione). Corre da terzo nel mondiale Piloti, Lando.

Alle spalle ha Bottas e Perez, i due ferraristi, poi Ricciardo. E all'appello mancano i punti dell'Ungheria, eliminato al via da Bottas, che ha interrotto anche la striscia di gare sempre a punti. "Abbiamo corso un grande avvio di stagione nella prima metà dell'anno, adesso l'obiettivo è sul riprendere da dove avevamo lasciato e portare quello stato di forma fino al termine della stagione", aggiunge Norris.

Ripartenza senza margini d'errore

Conta il piazzamento personale nel campionato, conta ancor di più il mondiale Costruttori. "Siamo attualmente nel mezzo di un'intensa battaglia con i nostri più immediati avversari nel mondiale Costruttori e sappiamo di dover subito partire in quarta a Spa per tenere il passo", dice Andreas Seidl.

Leggi anche: Anteprima Belgio, ripartenza dall'università

Spa, Zandvoort e Monza, perlomeno due circuiti su tre si presentano molto favorevoli alla MCL35M, sulla carta. "La squadra lavorerà sodo per riprendere da dove avevamo lasciato - segnando punti in tutte le gare tranne una -, mentre ci prepariamo a un altra tripletta di gare. 

La programmazione intensa di gare rappresenta una sfida per la squadra, siamo pronti ad affrontarla, sia con il team in pista che in fabbrica e con i nostri colleghi di Mercedes HPP".