Data da fissare sul calendario: 15 settembre. E' il giorno d'uscita del documentario "Schumacher" prodotto da Netflix e dedicato al sette volte campione del mondo tedesco. La società americana ha rilasciato il trailer sul film oggi, 25 agosto, una data non banale: il 25 agosto 1991, infatti, Michael disputò la sua prima gara in F1 a bordo della Jordan, ritirandosi dopo poche centinaia di metri.

GP Belgio: 30 anni dopo, c'è un nuovo Schumacher a Spa

Tutto possibile grazie a Corinna

La realizzazione del film è stata possibile grazie alla disponibilità della famiglia Schumacher, da sempre molto gelosa della propria privacy. Stavolta però Corinna ha deciso di raccontare il marito, come ha spiegato Vanessa Nocker, regista del documentario insieme a Hanns-Bruno Kammertöns e Michael Wech: "Corinna è stato il nostro più grande sostegno, lei per prima ha voluto un film autentico, che mostrasse Michael per come è fatto, con i suoi alti e bassi, senza addolcire niente. E' stata straordinaria, è una donna che rappresenta un modello. Ci ha molto colpiti".

Il Michael pubblico e quello privato

Il film riprende scene di Schumacher impegnato in pista e racconti rilasciati dalle persone che hanno condiviso con lui tanti momenti, a partire da quelli più intimi. Compaiono infatti la moglie Corinna, i figli Gina Maria e Mick, suo padre Rolf e suo fratello Ralf, oltre a colleghi come Sebastian Vettel, che ha sempre avuto in Michael il suo idolo.