Da primo a ultimo, ma senza errori e sbavature. La sostituzione del motore della sua W12 è un pecato mortale per Valtteri Bottas che è costretto a partire domani dall'ultima casella della griglia di partenza del GP d'Italia. È un primo posto, la sua prima vittoria della Qualifica Sprint, che vola via come una nuvola passeggera nel cielo di Monza. E a sorridere è Max Verstappen che bissa il trionfo al debutto di Silverstone.

L'ultimo sabato tricolore da pilota Mercedes e il primo posto che mancava da troppo tempo per il finlandese è dolce-amaro: da un lato la gioia dei tifosi sugli spalti che hanno accolto con un grande boato i 100 giri iniziati e conclusi da leader; dall'altro la tristezza di doversi arrendere con la medaglia al collo messa da Marcel Jacobs, vincitore dei 100 metri piani alle Olimpiadi di Tokyo 2020.  

Rivivi la cronaca della Qualifica Sprint a Monza

"Purtroppo in gara partirò ultimo"

Vincitore virtuale a cui però andranno comunque i 3 punti, validissimi per la classifica piloti del Mondiale 2021: "È un weekend meraviglioso. Mi sento bene e oggi mi sono divertito. Era passato un po' troppo tempo dall’ultima volta in cui ero arrivato primo in una gara. Purtroppo però non partirò da qui ma dietro domani. È stata una gara molto pulita: la velocità c’è, avevamo un buon ritmo. Potrò lottare e cercherò di risalire il più possibile. Avevo proprio un buon passo oggi ed eccoci qua.

Non sarà facile partire dal fondo e cercare di superare tutti dal fondo. Quando si crea un trenino di macchine con il DRS non è affatto semplice. Però avremo a livello strategico una scelta migliore di gomme. Vediamo se possiamo fare qualcosa. Darò tutto quello che ho".

Verstappen: "Tifosi italiani grandiosi. La pole? È andata meglio del previsto"