La Ferrari esce da Monza con il quarto e il quinto posto di Leclerc e Sainz. Un passo avanti enorme se pensiamo al risultato di un anno fa del GP d'Italia. Un risultato certamente buono su una pista non favorevole alla Rossa dove si sono visti i cavalli che il motore del Cavallino paga rispetto agli avversari, ma che non soddisfa del tutto.

Leggi qui le dichiarazioni di Leclerc

Sebbene consapevoli di aver fatto il massimo lottando contro i propri punti deboli in casa Ferrari incassano la doppietta McLaren e il colpo che ne consegue alla classifica costruttori. Oltre all’occasione mancata, visto il crash tra Verstappen e Hamilton, di provare a giocarsi qualche carta per il podio.

Leggi qui le dichiarazioni di Sainz

Ma Binotto preferisce guardare avanti, sicuro che le prossime piste possano offrire occasioni di rilancio alle Rosse.

Le dichiarazioni di Binotto

“Ci è andata bene – ha detto il team principal –  sapevamo che era un weekend difficile per noi. Tutto sommato è un risultato discreto, e voglio fare i complimenti alla McLaren. Siamo stati superati subito dopo la Safety Car, ma ci sta perché sappiamo che è ancora che la velocità di punta è il nostro debole, ma dobbiamo analizzare quelle che erano le aspettative. Siamo sempre riusciti a stare vicino anche al gruppo di testa, che è il miglior aspetto del weekend”.

“Il passo era buono, soprattutto nel primo settore, ma soffrivamo dall’Ascari alla Parabolica ed eravamo vulnerabili sul rettilineo. La McLaren si è adattata bene a questo tipo di pista, e non è detto che la stessa cosa possa capitare a noi nei prossimi appuntamenti. Diamo sempre il massimo, ci sono alcune piste papabili e ci arriveremo. C’erano venti cavalli di differenza e si è visto, ma non dobbiamo perdere il morale, ci stiamo lavorando anche in ottica della prossima stagione. Peccato perdere punti, ma è stata una gara solida che ci deve dare fiducia. È stato molto bello accogliere i campioni olimpici, sono un esempio di come si può vincere”.