Aspettando che si risolva la vicenda Vettel, che Aston Martin annunci quale scenario vivrà nel 2022, nel Northamptonshire, a due passi da Silverstone, Lawrence Stroll ha "posato la prima pietra" del nuovo complesso di edifici che saranno la casa della  Aston Martin che punta al mondiale.

Sterzi a parte: Che bello rivedere vincere la McLaren

A 17 anni di distanza dal McLaren Technology Centre, l'ampliamento sul quale ha investito il team è il primo nuovo impianto di una squadra di Formula 1 nel Regno Unito.

Pronti solo a fine 2022

Saranno 3 gli edifici del complesso in fase di realizzazione. Le divisioni progettazione, produzione e marketing saranno tutte sotto uno stesso tetto. La conclusione dei lavori è prevista tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023. Il secondo corpo di fabbrica sarà il cuore dello sviluppo aerodinamico della monoposto, ospiterà la galleria del vento e lo farà con tempistiche che si protrarranno rispetto alla realizzazione ed entrata in funzione dell'edificio principale.

Sarà solo dal terzo trimestre del 2023 che la galleria del vento entrerà in funzione. Vantaggi che potrà sviluppare esclusivamente nell'ottica dello sviluppo della monoposto 2024. Un orizzonte ancora decisamente lontano.

Leggi anche: Motori 2025, Mercedes: rinuncia all'MGU-H per aiutare Volkswagen

Il terzo blocco del complesso di edifici che costituiranno il quartier generale Aston Martin, ospiterà il centro logistico e i servizi dedicati ai dipendenti di Aston Martin Formula 1.

Investimenti da top team

Complessivamente, l'impegno finanziario prodotto da Stroll per dotare Aston Martin di un impianto moderno e ampio, vale tra i 180 e i 230 milioni di euro. Non mancherà anche un nuovo simulatore, tra le dotazioni; ambizioni da squadra di vertice che vanno a inserirsi su una campagna di reclutamento tecnici passata da nomi di valore, come quello di Luca Furbatto e Dan Fallows, nuovo direttore tecnico, una volta liberatosi dal contratto in essere con Red Bull.

"E' stimolante osservare dove ci troviamo adesso, in termini di sfide organizzative, architettoniche e ambizioni che ci attendono. I nuovi edifici riflettono non solo la portata della nostra determinazione a diventare una forza in grado di vincere i mondiali, ma anche la dimensione della nostra crescita e del nostro sviluppo come organizzazione", ha commentato Lawrence Stroll.

"Sento fermamente che ogni edificio sia la potente rappresentazione delle persone che vi lavorano e sono entusiasta del fatto che stiamo creando una nuova casa, nella quale le persone potranno lavorare, collaborare, creare e vincere insieme".

Classifica costruttori