Quanto vale in termini di prestazione la specifica 2021 dell'ibrido che Charles Leclerc monterà in macchina a Sochi? 

Si tratta di un'evoluzione di un componente rimasto fermo alle specifiche di progetto dello scorso anno, va a introdurre soluzioni pensate per la power unit 2022 ma, se lo si chiede a Leclerc, non produrrà clamorosi progressi.

Alla vigilia di Spa-Francorchamps mostrava l'attesa su un motore che comunque avrebbe consentito di fare un passo avanti. Nel giovedì del GP di Russia quella posizione è confermata, ma con tutte le cautele del caso.

Meglio, un po'

"Sulla carta è leggermente meglio e ovviamente quando abbiamo qualcosa che va un po' meglio proviamo a portarla in pista e sì, ci aspettiamo che vada leggermente meglio. Non ci aspettiamo grandi grandi cambiamenti, però qualcosa che vada nella giusta direzione", dice Leclerc.

In concreto non è l'aggiornamento in grado di colmare il gap di potenza pura che la power unit sconta rispetto a Mercedes e Honda, semmai dalla parte ibrida di nuova specifica sarà possibile aumentare l'efficienza in termini di recupero energetico e garanzia di erogazione della potenza elettrica nell'arco dell'intero giro. 

Leggi anche: Hamilton: "Con Max sarà lotta dura ma leale"

Un tassello nel più ampio quadro della power unit 2022, accompagnata da sviluppi che saranno sostanziali sul V6, la combustione e, ulteriormente, l'elemento elettrico abbinato. 

Una rimonta da costruire

Partirà dal fondo dello schieramento Leclerc, condizione che in un GP di Russia sul bagnato ha pro e contro. Uno sviluppo di gara meno prevedibile, certo; ma anche le difficoltà di dover recuperare posizioni in condizioni di ridotta visibilità. Le previsioni al momento indicano una giornata di sabato caratterizzata da pioggia battente, minore intensità alla domenica.

"Le previsioni al momento sul week end indicano pioggia, se sarà così potrebbe essere una gara imprevedibile speriamo che giochi a nostro vantaggio.

Dovesse essere asciutto, se avremo la velocità è una pista sulla quale è possibile sorpassare, vedremo come andrà".

McLaren da battere ad Abu Dhabi

Carlos Sainz ha rivelato le indicazioni favorevoli del simulatore, al netto di un primo settore da potenza, che potrebbe favorire maggiormente McLaren. Dopo Monza c'è un gap da ridurre per tornare al terzo posto nel mondiale Costruttori: bello avere questa sfida con McLaren, siamo stati molto vicini per tutta la stagione, a Monza loro sono stati molto forti e proveremo adesso a recuperare. Sono molto veloci e anche parecchio regolari nel rendimento, adesso sta a noi provare a massimizzare tutto e speriamo di essere davanti a fine campionato".