Un venerdì da incorniciare, a sentire le parole di Valtteri Bottas dopo due turni di libere a Sochi. Mercedes è forte, fortissima. Ha un'occasione che non può assolutamente mancare, di fare doppietta nel GP di Russia e capitalizzare la penalizzazione in fondo alla griglia di Max Verstappen.

È un venerdì alla Bottas, che a Sochi è sempre andato forte e ci si attende che corra per l'uno-due, domenica. 

Subito a punto

Autore del giro più veloce al pomeriggio in 1'33"593, precede di pochi centesimi Hamilton. Fatica a trovare difetti alla W12: "Può sempre andare meglio, però sì, se guardiamo i tempi, le sensazioni avute, è stata una buona giornata sin dal primo run.

Ho trovato subito una buona fiducia con la macchina e il bilanciamento era ottimo. Dovremo fare piccoli aggiustamenti, concentrarmi davvero sulla guida e trovare piccoli miglioramenti qua e là. Mi sono trovato decisamente a mio agio sia sul giro secco che sul long run".

Leggi anche: Mekies e la nuova Pu: "Test importante, Carlos l'avrà entro due GP"

Potenziale già al limite

Basterà ripetersi, in un sabato però difficilissimo. Certamente bagnato, sarà l'intensità della pioggia a dire se, quando e quante eliminatorie si disputeranno come da programma al sabato. Oppure, se tutto dovrà rinviarsi a domenica, quando si attende pista asciutta o, perlomeno, ridotte probabilità di pioggia e in occasione della gara.

"Resta davvero poco da tirare ancora fuori dalla macchina. Penso che domani sarà bagnato e avremo una giornata del tutto diversa. Perlomeno abbiamo condotto dei buoni long run nel corso delle prime libere e la cosa principale è che la macchina va bene sui long run, in vista di domenica che dovrebbe essere asciutto", spiega Valtteri.

Cosa trovi, infine, nelle caratteristiche del circuito da ripetersi quasi ogni anno su alti livelli, è un dettaglio che prova a spiegare: "Mi piacerebbe saperlo cos'è! Sì, su questa pista trovo il ritmo, mi divertono questo tipo di curve, quando la macchina funziona bene te la godi".

I tempi delle prove libere 2