L’annunciata pioggia torrenziale ha fatto rispettare le previsioni della vigilia del GP di Russia, rendendo impraticabile il circuito cittadino di Sochi per le FP3.

GP Russia, cancellate le FP3

Masi svela i piani

La F1, però, vuole a tutti i costi evitare una figuraccia come a Spa ed è corsa subito a ripari: “Come abbiamo potuto vedere già già stamattina, il tempo è molto variabile e l'intensità della pioggia è instabile", ha detto Masi. “L’obiettivo è disputare tutte le sessioni valutando le condizioni del tempo, visto che questa situazione dovrebbe durare fino alle 13:30. La priorità è lo svolgimento delle qualifiche”.

L’ipotesi di scendere in pista, nel caso il meteo dia una tregua, è reale, è la F1 si è data una scadenza entro la quale far disputare almeno le qualifiche. Tutto dipende dalla luce, ma se le cose non dovessero migliorare, la sessione verrà posticipata a domenica mattina

“Dipende tutto dalla luce - ha concluso Masi - Il tramonto è alle 18:15 locali, ma con queste nuvole la luce cala prima. Questo aspetto ci imporrà la deadline. Come già successo in passato, se la pista resta impraticabile, posticiperemo le qualifiche domenica mattina”.