Un rischio che non ha pagato, ma vale la pena provare. E' questa la lettura che ha dato Mattia Binotto della quarta posizione di Charles Leclerc, il quale è rimasto sorpreso dalla gestione delle intermedie nuove dopo la sosta. 

Charles tradito dal graining

Ai microfoni di Sky, Leclerc ha analizzato così la sua corsa: "Abbiamo provato ad andare fino alla fine senza fermarci, queste intermedie funzionavano in modo strano,perché quando tutti gli altri hanno messo le nuove eravamo più veloci di loro nei primi 6 o 7 giri, quindi ci siamo detti che forse non c'era tanto da guadagnare con un nuovo treno, ma dopo altri 6 o 7 giri una volta che ripulivi il graining c'era tanta prestazione con la nuova intermedia".
La sosta, con le gomme sulle tele, è stata obbligata: "In quel momento ci siamo fermati perché perderemmo troppo, ma ormai era troppo tardi ed alla fine ho fatto fatica proprio perché ero nella fase in cui c'è tanto graining. Appena fuori dai box ho sentito che il grip al posteriore era molto molto basso, una volta avuto graining anche davanti la macchina ha trovato di nuovo un certo equilibrio ma ormai era troppo tardi, eravamo già a 5 o 6 secondi da Perez. Sicuramente abbiamo avuto una buona macchina oggi, soprattutto nel primo stint, mentre il secondo stint è difficile da giudicare, perché le gomme non erano nella condizione giusta. E' stato un weekend positivo in generale, ma ovviamente sono un po’ deluso dalla fine".