Sfida mondiale, Wolff ci crede: "Possiamo vincerle tutte"

Sfida mondiale, Wolff ci crede: "Possiamo vincerle tutte"© Getty Images

Il manager austriaco ha raccontato come la sfida contro la Red Bull stia mettendo pressione alla squadra, ma una pressione positiva che spinge tutti a dare di più, ed è convinto che la Mercedes abbia le carte in regola per vincerle tutte

Matteo Novembrini

26 ottobre

I punti da recuperare con Lewis Hamilton nella classifica Piloti sono 12, quelli da gestire nella classifica Costruttori sono 23. Nell'era ibrida la Mercedes di Toto Wolff non si era mai ritrovata in questa situazione a cinque gare dalla fine, merito di una Red Bull che ha saputo essere un'avversaria più pericolosa della Ferrari nel biennio 2017-2018. Ma il team principal dei campioni in carica non vuole sentire parlare di resa, ed anzi è convinto che la sua squadra abbia le carte in regola per vincere tutti i GP rimanenti.

Il passato non conta

Intervistato da Sky Sports UK, Wolff ha spiegato quanto sia stato inutile quest'anno fare pronostici, e che sia meglio pensare ad una gara alla volta: "Quello che è successo nelle varie piste negli anni passati non conta, e dubito che possa interessare a qualcuno. È vero che il Messico è stato spesso una corsa difficile per noi nelle ultime edizioni, ma abbiamo visto più volte in questa stagione che tutto può cambiare molto rapidamente. Ci sono stati appuntamenti in cui saremmo dovuti essere i più forti e invece le cose sono andate diversamente, ma è capitato anche viceversa per i nostri avversari. Dobbiamo guardare ad una gara alla volta e noi possiamo vincerle tutte. Quello che dobbiamo evitare sono i ritiri, quelli ci toglierebbero ogni opportunità".
Poi il manager austriaco ha spiegato che quella della Red Bull è sì un tipo di pressione, ma positiva, di quelle che ti spingono a far meglio: "Qualche anno fa anche la Ferrari ci ha dato del filo da torcere. Abbiamo vinto sette mondiali di fila, ma in un campionato così complicato non significa niente, la storia da questo punto di vista non conta ed al momento non interessa a nessuno. La sfida con la Red Bull ci sta chiedendo tutto, ma è una battaglia entusiasmante. E' vero, siamo sotto pressione, ma è una pressione positiva che ci spinge a fare ancora di più, a migliorarci continuamente. Sento che il morale in squadra è buono, andiamo in Messico pensando di poter vincere".

La classifica Piloti

La classifica Costruttori

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi