Marko: A Jeddah Max farà la differenza, il super-motore non preoccupa

Marko: A Jeddah Max farà la differenza, il super-motore non preoccupa© Pirelli

Il ritorno in campo del motore nella specifica più recente e fresca, introdotta a Interlagos, preoccupa meno Red Bull dopo quanto visto in Qatar. E' sempre la materia ali a tenere banco

Redazione

26 novembre

Vero, la superiorità di velocità in rettilineo non c'è stata, in Qatar. A sentire, però, le due campane, Mercedes e Red Bull, le spiegazioni divergono sul perché. Mercedes superiore a Red Bull in curva, su un circuito dalla minore rilevanza della potenza della power unit rispetto al GP del Brasile. Così, a essere vincente è stato il bilanciamento dell'assetto che ha permesso di sviluppare velocità superiori a centro curva. 

Questione di flessibilità

Secondo Marko, il ridotto gap misurato in velocità di punta è dovuto, invece, all'irrigidimento dell'ala posteriore - Mercedes ha superato ovviamente tutte le verifiche tecniche previste in Qatar - e la conseguenze assenza di flessione sul rettilineo. "In Qatar abbiamo visto come il vantaggio di velocità di Hamilton non fosse più così elevato, rientrava più o meno nella normalità. Questo è dovuto al fatto che dopo test più stringenti della FIA, Mercedes non abbia più utilizzato l'ala posteriore estremamente flessibile", commenta Marko a F1-insider.

Leggi anche - Così Verstappen può diventare campione in Arabia

Le attenzioni Red Bull da tempo si concentrano sulle ali Mercedes, tanto da aver sottoposto alla Federazione un dettagliato report. C'è però anche il motore, la specifica introdotta in Brasile e con maggior cavalleria a essere un fattore cruciale negli equilibri che vedremo a Jeddah, prossimo appuntamento tra una settimana.

Il super motore conterà meno

Fattore "secondario" a leggere le parole di Marko, perché il delta di prestazione che potrà produrre sarà inferiore a quanto visto in Brasile, sulla convinzione che il principale vantaggio fosse in un'ala in grado troppo flessibile: "Mercedes userà di nuovo il motore-razzo del Brasile, in Arabia. Non potendo più far flettere l'ala non avrà un vantaggio che è valso 4 decimi.

Leggi anche - Binotto: "Mai un vero sviluppo sulla SF21, priorità assoluta al 2022"

Abbiamo fiducia nella forza di Max sui circuiti cittadini. Ha vinto a Monaco e a Baku ha dominato chiaramente prima del ritiro per il cedimento della gomma. Penso che il pilota potrà fare ancora tutta la differenza in Arabia Saudita".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi