McLaren, Key e le monoposto 2022: "Servirà essere chiari nelle regole"

McLaren, Key e le monoposto 2022: "Servirà essere chiari nelle regole"

Il direttore tecnico del team di Woking non esclude possibili discussioni su zone grigie come accaduto per quanto riguarda la flessibilità delle ali nel 2021, ammettendo che servirà il massimo della chiarezza in caso di "trucchi" da parte di qualche team

Matteo Novembrini

10 giorni fa

L'attesa cresce a mano a mano che il tempo passa, nell'impazienza di scoprire le nuove F1 del 2022 che tanta curiosità stanno suscitando, come sempre avviene all'alba di un nuovo regolamento tecnico. Una serie di normative che James Key, direttore tecnico della McLaren, reputa ingannevoli.

Ci sarà spazio per qualche "trucco"

In un incontro con i media, Key ha parlato delle regole 2022, a cominciare dagli alettoni, la cui flessibilità è stato un tema molto caldo nella stagione 2021: "Penso che sul tema della flessibilità la situazione sia sicuramente cambiata. Si comprende bene come siano più accurate le regole su come gestire i componenti flessibili, anche se non dovrei dire componenti flessibili ma componenti che possono flettersi e fare la differenza. Alcuni test sono più severi rispetto a prima, e quindi saranno un po' più difficili da superare, come quelli ad esempio sull'ala posteriore. Alcune cose che sono successe nella prima parte dell'anno scorso hanno avuto ripercussioni sul 2022 e penso che si debba fare molta attenzione su questo aspetto. Vale anche per le ali anteriori, che saranno molto grandi sulle nuove monoposto, anche se con linee guida ferree per quanto riguarda la rigidità".
Questo preambolo per arrivare al nocciolo della questione, ovvero che per James Key ci sarà ancora un po' di margine per trovare qualche "segreto" con il regolamento del 2022, anche se difficilmente sulle ali: "Penso che ci saranno sempre alcuni trucchi da mettere sul piatto, ma non credo che sarà facile farlo in queste aree della monoposto. Ci saranno due aspetti molto diversi sulle nuove auto, ovvero il fondo e le ali, molto più grandi, strumenti con cui provare a 'giocare' nel 2022. Forse si creeranno delle discussioni, ma non è un qualcosa che squadre e Fia stanno ignorando. E' un'area abbastanza chiara ma nella quale dobbiamo stare attenti a dare delle regole chiare".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi