Personaggi da scoprire: Guanyu Zhou, avanti a piccoli passi

Personaggi da scoprire: Guanyu Zhou, avanti a piccoli passi© Getty Images

Il cinese, arrivato nello scetticismo generale, è ancora molto lontano dagli standard di Valtteri Bottas, eppure si sta facendo apprezzare dalla critica e soprattutto dalla squadra

Presente in

L'etichetta di pilota pagante è una di quelle che si attaccano addosso in maniera fastidiosa, ed a volte non basta solo una serie di buone prestazioni per togliersela di dosso. Far ricredere l'opinione comune può essere anche più dura del previsto, per cui serve convincere ancor prima che vincere: è questa, la missione di Guanyu Zhou.

F1 2022: il calendario

Non solo una valigia

Chiariamo subito: altri farebbero quello che fa lui con questa Alfa Romeo, ed anzi c'è il sospetto che potrebbero fare addirittura molto meglio. Ma ognuno si gioca le sue possibilità, e poi bisogna mettere in conto il contesto in cui Guanyu Zhou è sbarcato in Formula 1. Lo ha fatto con una valigia di tutto rispetto, a fronte di un palmarès inferiore al cospetto di altri candidati a quel sedile, ma dentro quella valigia, oltre che ad una montagna di soldi che non hanno lasciato indifferenti quelli di Hinwil, a cominciare da Frédéric Vasseur, c'era anche tutta una serie di pressioni e controindicazioni che potevano nuocere alla sua carriera. Zhou è arrivato nel Circus senza biglietti da visita folgoranti, con un titolo di Formula 3 Asiatica artigliato nei primi mesi del 2021 prima di gettarsi nella stagione decisiva della sua carriera, quella Formula 2 2021 che con il terzo posto finale in graduatoria gli ha spalancato le porte della F1. Poca roba, insomma, rispetto ad altri piloti: eppure conta l'approccio, l'atteggiamento, i primi risultati. E Zhou, per adesso, sta facendo di tutto per far dimenticare alla critica l'assenza di titoli di spessore nella bacheca.

Primo cinese al via

Dopo una cadetteria non sfavillante (cinque vittorie in tre anni di F2), il dubbio che altri farebbero i numeri suoi o migliori dei suoi è duro a morire. E ci sta anche che il punto artigliato alla prima gara della carriera gli abbia spianato la strada verso settimane molto più serene rispetto a quelle che avrebbero potuto essere senza quel 10° posto di Sakhir. Ma il 9° posto di Montréal, diventato 8° dopo la penalizzazione di Alonso, merita una riflessione, questa: Guanyu sta facendo il suo. Proprio per le pressioni di cui parlavamo prima: è arrivato nello scetticismo generale, con il primo obiettivo di costruirsi una reputazione; tutto ciò con un qualcosa che magari in Europa viene tenuto poco in considerazione, ovvero la spinta che ha alle spalle da un Paese come la Cina. Popoloso, immenso, eppure così piccolo di fronte alla storia della Formula 1: Guanyu è stato il primo cinese a prendere il via in F1 e questo è un onere e un onore. Prima di lui in tanti ci hanno provato, solo Qing Hua Ma e Adderly Fong erano riusciti ad affacciarsi in un fine settimana di gran premio con qualche giro al venerdì. Guanyu, invece, è riuscito a prendere il via in gara: con l'aiuto degli sponsor certo, ma adesso sta legittimando il posto.

Audi-Sauber: sempre più vicini

Score da migliorare, ma buon inizio

Può e deve migliorare, poco ma sicuro. E considerando quello che sta facendo il suo compagno di squadra (46 punti contro 5), restare a questi livelli potrebbe non bastare. Ma intanto, il giudizio su di lui si sta addolcendo: in squadra apprezzano il suo modo di fare, rispettoso, giudizioso e professionale; lo stesso dicasi per i colleghi, frutto anche di una condotta in pista senza eccessi. Con Valtteri Bottas poi sta costruendo un rapporto molto buono che fa solo bene alla squadra. Diremmo lo stesso se avesse trovato ad attenderlo una macchina meno performante? Forse no, ma intanto ognuno fa quel che può con quello che ha: e se l'occasione della vita si chiama C42, vettura validissima, Guanyu Zhou si sta impegnando per sfruttarla. Tempo al tempo, per i bilanci finali ci sono ancora tanti GP: ma intanto, il primo giudizio è positivo. E questo, dopo la diffidenza iniziale, per Guanyu Zhou è già qualcosa.


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi