La F1 come il WRC: chi vince il GP... fa meno punti del 2°!

La F1 come il WRC: chi vince il GP... fa meno punti del 2°!© Getty Images

Con il nuovo sistema di punteggio del Mondiale Rally ed il format sprint in F1, può capitare che nel weekend il primo classificato raccolga meno punti di chi arriva 2°: nel Circus non accadeva dal GP Gran Bretagna 1957, nell'epoca in cui era possibile la "guida condivisa"

08.05.2024 ( Aggiornata il 08.05.2024 15:34 )

Prima o poi doveva succedere. Ed al Gran Premio di Miami 2024 è successo: Lando Norris ha vinto la gara, ma a lasciare la Florida con più punti di tutti è stato Max Verstappen, capace grazie alla corsa sprint di chiudere il weekend con più punti del pilota della McLaren: 26 contro 25.

Ecco come Max ha fatto più punti di Lando

Da quando nel 2022 la Formula 1 ha cambiato il sistema di punteggio da assegnare nella mini gara del sabato, ha aperto la via affinché potesse verificarsi che il vincitore del GP vero e proprio non fosse, alla luce dei fatti, quello ad uscire dal fine settimana con più punti di tutti: grazie agli 8 punti conquistati con il successo nella corsa di 100 chilometri, Verstappen ha portato a casa 26 punti (8 della sprint più i 18 del 2° posto) mentre Norris, ritirandosi nella sprint e vincendo la gara della domenica, di punti ne ha raccolti solamente 25.

McLaren: "Forti a Miami? Altre piste ci saranno più favorevoli"

Il 2° fa più punti del 1°? È già successo!

È la prima volta che ciò accade da quando è stata introdotta la gara sprint, ma non è la prima volta in assoluto che in F1 chi arriva 2° fa più punti di chi vince. Era accaduto negli anni '50, quando la "guida condivisa" era possibile: in pratica due piloti potevano alternarsi alla guida della stessa vettura, ed alla fine della corsa il loro bottino di punti veniva diviso in due o comunque tra tutti coloro si fossero alternati alla guida di quella macchina.

Tuttavia, Miami 2024 è appena la terza volta nella storia che accade che il vincitore raccolga meno punti del secondo classificato: è accaduto al GP Argentina 1956 e al GP Gran Bretagna 1957. Nel primo caso Fangio e Musso condivisero la vettura (una Ferrari D50) portando a casa 4 punti ciascuno (Fangio 5, perché ottenne anche il giro veloce) contro i 6 di Jean Behra, 2° su Maserati, mentre l'anno dopo ad Aintree lo stesso accadde tra Brooks e Moss, che vinsero condividendo la loro Vanwall davanti alla Ferrari di Musso: anche in quel caso Brooks e Moss divisero il bottino che spettava al vincitore, 8 punti, per fare 4 punti a testa (5 a Moss, autore del giro veloce) contro i 6 di Musso.

Pure al GP Francia 1951 i vincitori condivisero la vettura (Fagioli e Fangio su Alfa Romeo), ma quella volta fecero più punti dei secondi perché anche Gonzalez e Ascari, su Ferrari, fecero altrettanto. Fangio fece 5 punti grazie al giro veloce, Fagioli 4 (la metà degli 8 concessi all'epoca a vincitore): lo stesso bottino lo fece Villoresi, terzo alla fine. Il GP Gran Bretagna 1957, comunque, resta l'ultimo in cui la vittoria è andata a due piloti per guida condivisa, ed era stata anche l'ultima volta in cui il 2° classificato aveva concluso il fine settimana di gara con più punti del vincitore, o meglio dei vincitori.

F1 2024: il calendario

F1 come il WRC 2024

Ciò che è avvenuto in F1 a Miami è in qualche modo paragonabile al Mondiale Rally, in cui il nuovo regolamento del 2024 fa sì che non sempre chi si aggiudica il rally chiuda effettivamente il weekend con più punti di tutti: in pratica, nel mondo dei traversi viene stabilita una classifica dopo i primi due giorni di gara con punteggio annesso, mentre la giornata di domenica vive di una classifica a parte con un sistema di punteggio a parte, con l'unica postilla che per vedersi assegnati i punti conquistati nei primi due giorni di prove speciali si deve comunque vedere il traguardo del rally alla fine della domenica. A tutto ciò si aggiunge la power stage, l'ultima speciale, che assegna a sua volta punti ai primi cinque.

Dopo i primi quattro round del WRC 2024, è accaduto solamente in Svezia che il vincitore del rally non sia stato quello ad aver raccolto più punti di tutti nel fine settimana: Lappi si è aggiudicato il rally chiudendo 1° nella sommatoria delle prime due giornate (18 punti), ha fatto un solo punto nella classifica della domenica (7° classificato nel Super Sunday) ed è uscito dalla top-5 nella power stage, fermandosi a 19 punti complessivi raccolti; Evans invece ha chiuso 3° nella sommatoria delle prime due giornate (13 punti), si è aggiudicato il Super Sunday (7 punti) e poi ha guadagnato altri 4 punti grazie al 2° tempo nella power stage, per un bottino complessivo di 24 punti, motivo per cui, pur chiudendo 2° assoluto al rally di Svezia, ha guadagnato cinque lunghezze su Lappi.


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi