Torna al vertice una Mercedes, per la precisione quella di Rosberg, ma la Ferrari non è distante con Raikkonen che si posiziona 2° a 2 decimi e mezzo. Accoppiati sia nella seconda fila virtuale sia nel fatto di aver commesso errori multipli nel proprio giro veloce, abbiamo quindi Hamilton e Vettel staccati di 7 e 11 decimi.

Alle loro spalle un ottimo Sainz, a 1"2 dal vertice e 63 millesimi meglio di Ricciardo che lo segue. Fra quest'ultimo e Verstappen si è posto Alonso: 1"4 il loro distacco, separati di soli 33 millesimi. Seguono quindi le due Force India che sembra abbiano trovato il bandolo con le nuove modifiche, portando Perez 9° e Hulkenberg 10° a 1"5 medi e soli 16 millesimi fra i due.

GP Spagna, le Rosse davanti nelle FP1

Appena fuori dalla top ten Bottas e Button, ma la situazione è più preoccupante per la Williams (Massa è solo 16°) che sembra non abbia reso a dovere con le mescole più morbide. Come da analizzare è pure la gomma saltata a Palmer subito nei primi giri della sessione. 

Come il tutto verrà sviluppato, lo vedremo domattina quando si tornerà nuovamente in pista per l'ultima ora di prove libere, che inizierà alle 11 assieme alla nostra cronaca diretta.

Qui tutti i risultati cronometrici delle prove libere a Barcellona.

La cronaca "live"

ore 15.30 - La sessione si conclude dimostrando un passo delle Ferrari, nelle simulazioni di gara, circa mezzo secondo più veloce degli altri Mercedes comprese. Questo almeno per Vettel, anche perché Raikkonen ha girato soprattutto con gomme medie anziché soft.

ore 15.15 - Quando tutti sono passati a prove sulla distanza, e senza poter sapere le varie situazioni di carico benzina, però Sainz e Ricciardo hanno girato da 1'29" a 1'30" (aumentando progressivamente con il degrado) praticamente allo stesso livello delle Mercedes, anche loro in pista con le soft usate.

ore 15.00 - Nemmeno Hamilton riesce a fare molto nel suo giro veloce con le gomme soft, per via di un paio di errori e di Ericsson raggiunto nelle ultime curve, così si deve accontentare del 3° tempo a 7 decimi da Rosberg.

ore 14.45 - Quando anche Rosberg monta le gomme soft, per la prima volta, sale subito al vertice segnando il tempo di 1'23"922, dunque 0"254 davanti a Raikkonen, mentre Vettel dopo un primo giro con errori non va oltre 1'25"017.

ore 14.30 - Quando rientra in pista con gomme soft, Raikkonen sale al vertice con il tempo di 1'24"176, davanti per 1"4 a Hamilton che aveva scavalcato Alonso con gomme medie. Poi sempre con la mescola più morbida si accodano 2° Sainz, 4° Bottas e 5° Grosjean, davanti a Verstappen e Rosberg (medie).

ore 14.10 - La sessione viene interrotta con bandiera rossa per ripulire la pista dopo che a Palmer è saltata la gomma posteriore sinistra in pieno rettilineo.Nel frattempo Vettel si era portato al vertice con 1'26"306.

ore 14.05 - Raikkonen si porta davanti a tutti con il tempo di 1'26"525 poi ritoccato a 1'26"521. Lo seguono Bottas, Sainz, Kvyat e Magnussen.

ore 14.00 - Inizia la seconda sessione di prove libere, primi in pista sono Haryanto e Grosjean.

Introduzione

Parte alle ore 14 la seconda sessione di prove libere in preparazione al GP di Spagna, quinta prova del Mondiale F1 2016. Anche questa fase sarà seguita dalla nostra cronaca diretta, sia qui sul web sia sul nostro canale dedicato via Twitter @autosprintLIVE.

Vedremo se la Ferrari manterrà lo stesso passo mostrato nella prima sessione di prove anche a parità di mescola con la Mercedes, e se nella sfida tra Red Bull e Williams si inserirà qualcun altro, magari Toro Rosso e/o McLaren.

La cronaca su Twitter