Tempi e temperature più alti per questa ultima sessione di prove a Baku, con la pista che è stata modificata in nottata ai cordoli delle curve 6 e 12 (tolti e ora solo verniciati). Non cambia però il risultato in cima alla lista dei giri veloci: nonostante Rosberg abbia insistito per preparare le qualifiche, dopo un errore iniziale Hamilton riesce nuovamente a tornare al vertice per 0"258

Da rimarcare è però il 3° tempo di Hulkenberg (a 1"188), che associato al 6° di Perez (nonostante l'incidente del messicano che ha fatto concludere un poco prima le prove) dimostra il buono stato di forma delle Force India. Per le Red Bull valgono il 4° tempo di Ricciardo (a 1"268) e il 7° di Verstappen (a 1"549). 

Invece la Ferrari registra il 5° tempo di Vettel (a un solo centesimo da Ricciardo) mentre Raikkonen è 10° (a 1"672) ma dopo essere rimasto fermo a lungo ai box per un problema di perdita di potenza, poi risolto. Le rosse sono parse un po' più a punto rispetto a ieri, con meno problemi di sottosterzo anche se ne sono comparsi di sovrasterzo: vedremo se per le qualifiche riusciranno a fare una giusta "media" fra i due comportamenti…

Da rimarcare poi i risultati di Button (8° a 1"602) e di Kvyat (9° a 1"629) quando i compagni di squadra Alonso e Sainz sono rispettivamente 11° e 12°, quindi non lontani. Da segnalare anche il problema occorso a Bottas quando è sceso in pista: ha alzato una grata che ha sfondato fiancata e radiatore, impedendogli di tornare a girare per tutta la sessione. 
Appuntamento ora con le qualifiche (e con la nostra cronaca) per le ore 15 italiane.

 

 

Parte alle ore 12 italiane (le 14 locali) l'ultima ora di prove libere prima di quelle che definiranno (alle ore 15) lo schieramento di partenza per il GP d'Europa a Baku. Prove che continueremo a seguire con la nostra cronaca diretta, in parallelo qui sul web e su Twitter, mediante il canale dedicato @autosprintLIVE.

Sarà l'ultima occasione per mettere a punto al meglio possibile le monoposto, in base alle indicazioni dei primi due turni in cui - trattandosi di un tracciato completamente nuovo e sconosciuto - non tutti hanno trovato subito il corretto abbinamento fra carico alare e set-up complessivo. La pista si è in effetti dimostrata subito piuttosto difficile, sia in termini di scarso grip del fondo sia dal punto di vista della guida. Vedremo in questa occasione se i piloti avranno trovato la giusta misura oppure se eccederanno ancora con le confidenze, che comunque ieri hanno portato ad un solo vero incidente, con Ricciardo.

Qui i risultati delle prove libere.