Pista in continua evoluzione nelle prime prove libere all'Hungaroring, non solo per l'asfalto completamente nuovo ma anche perché bagnata nelle fasi iniziali. Alla fine la situazione si stabilizza un po' vedendo "as usual" le Mercedes davanti con Hamilton a precedere Rosberg di 0"237. Con le stesse gomme supersoft Vettel e Raikkonen hanno ottenuto il 3° e 4° crono a 1"644 e 1"735.

Dopo le Ferrari seguono sempre appaiate le Red Bull e le McLaren, i cui tempi sono stati però ottenuti con gomme soft: dunque 5° b (+1"827) seguito da Verstappen (+2"110), Alonso (+2"588) e Button (+2"614). A completare la top ten troviamo quindi Grosjean a 2"666 (però con gomme supersoft) e Perez a 2"726, con il compagno Hulkenberg giusto 47 millesimi più in là.

Di nuovo un po' in crisi le Williams e stavolta anche le Toro Rosso, mentre fra i giovani "di riserva" segnaliamo il 16° tempo di Leclerc con la Haas e il 18° di Ocon con la Renault. Appuntamento ora con la seconda sessione alle ore 14.

Qui tutti i riscontri cronometrici delle prove in Ungheria.

Introduzione

Partenza alle ore 10 (l'orario è il medesimo in Italia e in loco) per la prima sessione di prove libere in preparazione al GP d'Ungheria, appuntamento di metà stagione F1 2016 (l'undicesimo). Prove che seguiremo come sempre con la nostra cronaca diretta, sia sul web sia sul nostro canale Twitter dedicato @autosprintLIVE.

La sede di questo GP è l'Hungaroring, circuito nei pressi di Budapest che si sviluppa per 4.381 metri e quest'anno è stato completamente riasfaltato. Parliamo qui delle novità relative al tracciato e ai cordoli (con l'aggiunta di limiti elettronici per verificare chi sfrutta troppo la parte esterna della pista) mentre ricordiamo che vi sono due zone di attivazione del DRS nei tratti prima e dopo la curva 1. Trovate qui alcuni cenni storici sulla gara e, per quanto riguarda le gomme, in questa occasione la Pirelli torna alle mescole intermedie, vale a dire supersoft, soft e medium.

La cronaca "live" con Twitter