Hamilton va a sbattere quasi subito nella seconda sessione di prove libere a Budapest, e così nessuno contende a Rosberg il giro più veloce, ottenuto in 1'20"435 sopravanzando perciò Ricciardo di 0"595 e Vettel di 0"913. Seguono i rispettivi compagni di squadra, con Verstappen 4° a 1"335 e Raikkonen 6° a 1"623. Fra i due resta 5° Hamilton con il tempo che aveva ottenuto con gomme soft (anziché supersoft) nei 4 giri percorsi.

F1 Ungheria: Hamilton precede Rosberg e Vettel in FP1

A seguire troviamo le due McLaren di Alonso e Button a 1"893 e 1"952 rispettivamente, seguiti dalle due Force India di Hulkenberg e Perez a 2"014 e 2"218. Fuori dalla top ten di soli 2 centesimi abbiamo Gutierrez, e del resto fino al 16° posto (Kvyat) i distacchi sono davvero minimi. 

Numerosi i problemi visti in pista: oltre alla bandiera rossa causata da Hamilton abbiamo avuto gli stop di Sainz e Nasr, come pure sono stati fermi a lungo ai box Alonso e Palmer, mentre Vettel ha continuato a soffrire problemi al cambio. Vedremo come saranno riusciti a superare le proprie magagne in occasione della terza e ultima sessione di prove libere, in programma domani alle ore 11.

Qui tutti i riscontri delle prove libere a Budapest.

Introduzione

Inizio alle ore 14 per la seconda sessione di prove libere all'Hungaroring, sempre accompagnata dalla nostra cronaca diretta fra web e Twitter (@autosprintLIVE) a seguire tutto quello che succede in pista.

La prima sessione è stata un po' condizionata dalle condizioni del fondo in continua evoluzione e dal fatto che non si sono avuti veri riscontri diretti a parità di mescola utilizzata, per quanto riguarda i pneumatici, ma stavolta dovremmo vedere simulazioni di qualifiche e di gara più attendibili.

La cronaca "live" con Twitter