Prova di forza e con record storico per entrambe le Ferrari, nella terza sessione di prove libere a Budapest. Primi a scendere sotto 1'18" nella storia della pista ungherese, Vettel guida il gruppo con 1'17"017 e Raikkonen lo affianca nella prima fila virtuale a 0"475. A differenza del capofila, Bottas non fa un giro intonso e resta a 0"897, comunque 3°; nemmeno Hamilton ha azzeccato il giro giusto ed è addirittura 5° a 1"417. Quindi libere benauguranti per Ferrari, ma non diamo ancora per spacciata la Mercedes, in previsione qualifiche.

Tra le due W08 si è inserito Verstappen, 4° a 1"177, mentre Ricciardo ha concluso anzitempo le prove per un blackout che ha coinvolto anche il cambio, pur risultando comunque 8° a 1"697. Dunque nemmeno le Red Bull vanno escluse dai giochi. Davanti all'australiano un ottimo Vandoorne (6° a 1"621) con il risultato McLaren completato da un Alonso 9° (a 1"867), oltre a Hulkenberg 7° a 1"682. Tuttavia il tedesco dovrà subire l'arretramento in griglia di 5 posti per sistituzione del cambio, ma almeno stavolta la Renault ha permesso il 10° tempo a Palmer, a poco più di 2 decimi dal compagno di squadra.

Problemi di salute invece per Massa, che ha concluso anzitempo le prove. Le vertigini che l'hanno colpito ieri sembra non siano sparite oggi, e pare che il suo posto nelle qualifiche possa essere preso da Paul Di Resta, terzo pilota ufficiale Williams, che infatti è stato richiamato ai box della squadra inglese. Vi terremo aggiornati in merito, per le qualifiche che ricordiamo inizieranno alle ore 14, sempre accompagnate dalla nostra cronaca diretta.

I TEMPI DELLE PROVE ALL'HUNGARORING

La cronaca "live" con Twitter

Introduzione

Inizia alle ore 11 italiane (e locali) l'ultima ora di prove libere prima di quelle valide per definire lo schieramento per il GP d'Ungheria, che saranno invece alle ore 14 come da consueti orari "europei". Prove e qualifiche che seguiremo come sempre con la nostra cronaca diretta mediante l'account specifico su Twitter @autosprintLIVE.

Questa sessione sarà una volta di più importante per vedere se le squadre hanno (o no) "trovato il filo" della messa a punto, dopo che si sono manifestati diversi problemi di bilanciamento nel corso delle prove del venerdì. Possiamo dunque aspettarci diversi "recuperi" a partire da quello della Mercedes, inconsuetamente indietro rispetto ai suoi standard. Ma è anche vero che pure Verstappen potrebbe recuperare (venerdì è stato ostacolato dalle bandiere rosse e dal traffico, ma la telemetria certifica che anche lui è veloce) e rafforzare la presenza al vertice della Red Bull.

Vedremo se la Ferrari sarà sempre a ridosso o avrà fatto pure lei un piccolo passo avanti, una volta messo ordine con le novità tecniche portate a Budapest. E vedremo come sempre cosa succederà effettivamente grazie alla nostra cronaca diretta, ricordando che non dovrebbero esserci problemi di maltempo. Mentre per quanto riguarda eventuali penalità, al momento in cui scriviamo pare vi incorrerà Hulkenberg per sostituzione del cambio.

Questi alcuni link utili per il GP a Budapest:
- i numeri e le curiosità della gara
- le scelte effettuate dalla Pirelli
- le caratteristiche del tracciato
- gli orari TV di tutte le fasi