Nemmeno l'errore strategico del box Mercedes (montare le gomme medie troppo presto) toglie a Hamilton la vittoria nel GP a Montecarlo, impegnato per gran parte della gara a lottare contro il degrado dei pneumatici e a tenere a bada Verstappen. L'olandese taglia il traguardo da 2°, ma è penalizzato di 5 secondi per aver stretto Bottas in pitlane (causandogli la rottura di un cerchio) e così la posizione passa a Vettel che precede Bottas stesso. Alle loro spalle conclude 5° Gasly, che aggiunge il punto per il giro più veloce in gara.

Tra gli inseguitori ha la meglio Sainz, riuscito a contenere Kvyat per gran parte della gara. Segue Albon, completando un ottimo risultato di squadra per la Toro Rosso. Dietro invece Grosjean, anche lui penalizzato, cede di conseguenza il 9° posto a Ricciardo, ma arriva comunque a punti quando invece Magnussen conclude 12° dietro a Norris. Meglio del previsto per Perez (13°) e soprattutto per Russell (15°), peggio invece per le Alfa Romeo, mentre Leclerc è l'unico ritirato dopo un paio di ottimi sorpassi e uno meno riuscito su Hulkenberg (14°) che lo manda in testacoda, con foratura che distruggerà poi la parte posteriore destra della sua macchina.

Con questo risultato, Hamilton allunga in campionato per 17 punti su Bottas (137 contro 120) mentre Vettel sale 3° scavalcando Verstappen (82 contro 78 punti). La stagione riprenderà tra un paio di settimane con la gara in Canada.

I RISCONTRI DELLA GARA A MONTECARLO

La nostra cronaca con Twitter