WSR a Hungaroring: Magnussen non vince ma fa punti pesanti Il portoghese Felix Da Costa, che molti danno come possibile pilota Toro Rosso F1 al posto di Ricciardo nel 2014, non poteva trovare un momento migliore per mettersi in luce nella Wordl Series Renault, in prospettiva F1, con una vittoria che gli mancava dalla prima gara di Monza. Da Costa all'Hungaroring ha trionfato sull'asciutto in gara-2 battendo Magnussen (nella foto) grazie al pit stop ritardato. Magnussen però è ancora leader della classifica di campionato che ha incrementato con due  secondi posti anche perché il suo inseguitore più vicino, Vandoorne, è giunto due volte alle sue spalle. Il giorno prima, invece, gara-1 si era svolta  sotto il diluvio. E la pioggia ha messo in luce piloti ben differenti. Da Costa si era subito ritirato per incidente e la vittoria era andata al tedesco Nico Muller. Magnussen è stato protagonista anche qui, con una bella rimonta dalla 16esima alla seconda posizione, ma l'eroe della giornata è stato anche Sainz Junior, altri pilota del vivaio Red Bull. Sainz, partito quasi ultimo per un problema nel giro di ricognizione, si è esaltato sotto la pioggia recuperando fino al settimo posto a suon di sorpassi. GT Italia a Vallelunga: Comandini e Colombo al top in Bmw Bel colpo a Vallelunga per la BMW Z4 di Comandini e Colombo, che riesce quasi a cogliere l'en-plein con una vittoria nella gara d'apertura - che ha preso il via sulla pista bagnata - e un ottimo secondo posto nella seconda frazione, anch'essa disturbata dalla pioggia, specie al secondo restart. Un risultato, questo, che permette all'equipaggio BMW di balzare in testa al campionato, con un solo punto di vantaggio sui porschisti Lucchini e Postiglione, fuori dalla zona podio. Tra le belle novità di Vallelunga,il perentorio successo nella seconda gara della Lamborghini Gallardo di Barri e Sanna. È il primo trionfo per la Lambo nella classe GT3. Buon weekend anche per Kristofferson-Frassineti, secondi e terzi. Invece l'Audi R8 LMS di Capello e Sonvico, disturbata da problemi elettrici, ha colto due quinti posti. Poca gloria sul bagnato per le Ferrari 458, ma da sottolineare in ogni caso il quarto posto in gara-2 di Lancieri e Necchi. Prototipi a Vallelunga: Francioni, doppietta e fuga Potrebbe essere la svolta del Campionato Italiano Prototipi la gara di Vallelunga: a trionfare è stato due volte Jacopo Francioni, che ha così preso la leadership del campionato involandosi anche se mancano ancora sei gare al termine. Francioni ha vinto con autorità gara-1 battendo il rivalse Uboldi mentre Deodati, protagonista al vertice, è uscito prima del curvone perdendo pezzi di carrozzeria che hanno reso necessaria anche l'uscita della safety car che però non ha cambiato la classifica. In gara-2 la pioggia ha condizionato la gara, con Faccioni che ha vinto approfittando stavolta del ritiro di Uboldi per cedimento del motore. Mentre Vita e Francisci sono andati a podio grazie alla strategie di puntare sulle gomme stick che li ha favoriti nel finale su una pista che si stava asciugando. CIVM a Caltanissetta: Ancora Faggioli! Simone Faggioli, il dominatore delle gare in salita, ha vinto per la settima volta la Coppa Nissena, a Caltanissetta, e adesso "vede" il titolo italiano della specialità anche se nella classifica del campionato è ancora in lotta con la Osella 2 litri di Christian Merli. Ma alla prossima salita a Faggioli basterà un secondo posto per conquistare il campionato. La notizia più bella per Faggioli però è stata la vittoria nel campionato europeo salita, ottenuta senza gareggiare, grazie alla bella prestazione di Bormolini che ha tolto punti preziosi agli avversari. Dietro Faggioli e la sua Osella 3 litri, a Caltanissetta sono giunti appunto Merli e, con la Osella 2 litri e Leogrande, primo dei puiloti in gara con le monoposto. Titoli italiani di classe per  Omar Magliona (Osella Honda) nella CN, per Giuliani, nel gruppo E1 con la Lancia Delta Evo, e per Roberto Ragazzi con una Ferrari 458 Challenge in classe GT.