GT FIA a Navarra Loeb realizza l'en plein È stato un weekend trionfale per il leggendario rallyman Sebastien Loeb, a suo perfetto agio anche nelle corse su pista. L'alsaziano al volante di una McLaren Mp4-12C sponsorizzata Red Bull (in testa al gruppo nella foto del via)  si è aggiudicato sia la qualifiyng race che la corsa principale nella prova del Gt Fia, correndo in coppia con l'ex formulista Alvaro Parente. Nella seconda prova per le McLaren è stato addirittura un trionfo, grazie al secondo posto dell'altra Mp12-C condotta da Parisy e Zuber. Per quanto riguarda Rugolo, unico italiano, in gara al volante di una Ferrari, si è piazzato 14° al termine della main race.   WSR al Castellet Squalificato il dominatore Magnussen Poteva essere un ein plein quello di Kevin Magnussen, danese, figlio d'arte e collaudatore McLaren F1 nella penultima gara della World Series Renault 3.5. Ma poi dopo la vittoria in gara-1 Magnussen è stato tolto di classifica per una irregolarità sul sistema Drs, quello che fa aprire l'ala posteriore (analogo a quello in uso in F.1) per diminuirne la resistenza in velocità. Così la vittoria di gara-1 è andata alla porgesse Da Costa, promesso pilota della Toro Rosso F1, e secondo è salito il belga Vandoorne, primo rivale di Magnussen in campionato. Ma poi in gara-2 Magnussen ha fatto di nuovo il vuoto ed ha approfittato del ritiro di Vandoorne per calo della pressione benzina per riportarsi a +43 punti in campionato. Week end deludente per lo spagnolo Sainz jr, altro pilota del vivaio Red Bull, ritirato in gara-1 e non partito nella secondo.   CIVM a Pedavena La nona sinfonia di Faggioli Alla Pedavena-Corce D'Aune il toscano Simone Faggioli ha scritto una nuova esaltante pagina della sua carriera, cogliendo una vittoria in un weekend avversato dalla pioggia (solo le qualifiche hanno offerto un terreno di sfida asciutto), che comunque non gli ha impedito di mettere a segno, accanto al successo nell'assoluto, anche la conquista del suo nono titolo Tricolore. Simone ha guidato ancora una volta la sua gloriosa Osella Fa30 motorizzata Zytek 3 litri. Nella classifica assoluta il campionissimo ha preceduto rispettivamente Merli, al volante di un'Osella Pa2000 a motore Honda e Zardo, in gara con una Radical Pr6.