Caschi d'oro 2021: Ferrari e AF Corse da incorniciare, sognando Le Mans 2023

Caschi d'oro 2021: Ferrari e AF Corse da incorniciare, sognando Le Mans 2023

Ferrari ha messo a segno nelle competizioni GT una delle sue stagioni migliori, specialmente grazie ai risultati ne WEC. Antonello Coletta, Alessandro Pier Guidi e Amato Ferrari Caschi d'Oro di un 2021 da incorniciare

19 dicembre

I Caschi d'Oro 2021 celebrano i successi della Ferrari in GT, visto che quella 2021 è stata la stagione più vincente di sempre nella storia del Cavallino. La Ferrari 488 è stata una vera e propria arma totale, che ha dominato WEC, conquistando Titoli Costruttori, Team e Piloti, e 24 Ore di Le Mans con la storica doppietta in LMGTE Pro e LMGTE Am.

Successi arrivati grazie al lavoro svolto dal gruppo di Antonello Coletta, responsabile delle Competizioni GT in casa Ferrari, Amato Ferrari, il boss di AF Corse e dagli equipaggi in pista che hanno in Alessandro Pier Guidi la punta di diamante.

Tante vittorie che hanno il sapore di un solido punto di partenza per la stagione 2022 con la nuova GT3... Sognando un ritorno in grande stile nella classe regina del WEC con l'hypercar in preparazione per il 2023.

Cosa ci hanno detto i protagonisti

Antonello Coletta, responsabile Ferrari GT, sul palco, ha parlato dell'importanza del programma nel valoprizzare i piloti italiani: "Quando siamo partiti nel 2006 con l'avventura endurace, abbiamo sempre avuto piloti italiani e abbiamo vinto tanto con piloti italiani. Questo è un segnale importante, perché putrtopop non sempre i talenti del nostro Paese hanno mezzi e opportunità per emergere. Ma quando ci sono le occasioni giuste è doveroso concederle".

Poi, sulla stagione: "E’ stata la migliore di sempre, abbiamo vinto tutto: WEC, World Challenge, le 24 ore di Spa e Le Mans, oltre una miriade di campionati nazionali. Siamo felicissimi. Chiaramente la 488 è un progetto un po' datato, ma continua a darci soddisfazioni. Stiamo lavorando alla nuova macchinac che scenderà in pista per primi test a metà 2022, per esoridre in pista nel 2023. Il cronometro ci dirà se abbiamo fatto un buon lavoro. Anche il programma hypercar continua per la sua strada. Contiamo di portare la vettura in pista, per la prima parte dello sviluppt entro la metà dell'anno prossimo".

Alessandro Pier Guidi: "E' stata una stagione incredibile, vissuta a mille, senza un attimo per fermarsi. Ad esempio, finta Spa, siamo andati subio a fare i test per la 24 Ore di Le Mans. E' stato un anno incredibile. Da bambino, se il sogno è quello di correre, l'aspirazione è di arrivare a farlo con la Ferrari. Ecco, diciamo che ho realizzato il 99% dei miesi sogni, l'1% lo lascio a quello che c'è ancora da fare... Magari guidare l'Hypercar nel 2023".

Guarda anche


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi