da Monza: Maurizio Voltini Per quanto non presente al momento della seconda tornata di gare EuroNascar a Monza, la pioggia le ha condizionate per via dell'asfalto bagnato. Così nella gara-2 fra i piloti Elite, in cui quasi tutti sono partiti con le gomme slick, Vilarino affronta per primo la variante dopo il via, ma arriva lungo e tira dritto, a favore di Gabillon. Invece Max Papis lima la fiancata della sua macchina con quella di un avversario, tanto che un bordo del parafango gli taglia la gomma: rientra ai box con sostituzione ruota e riparazione dei danni, ma perde 5 giri. La gara prosegue con Gabillon davanti a Zimmer, Vilarino e Iannetta, tutti in fila e con numerosi cambi di posizione, tanto che al penultimo giro abbiamo Iannetta a condurre davanti a Zimmer, Gabillon e Vilarino, ma il capofila francese esce largo alla seconda di Lesmo e gli avversari finiscono nell'ordine sul traguardo con i paraurti attaccati e lo svizzero a vincere. Fra gli italiani, con Davide Amaduzzi rallentato da un problema di motore, si mette in evidenza Nicolò Rocca 8°, mentre Stefano Gabellini precede Marco Spinelli all'11° posto; anche lui con problemi dopo un contatto, Fabio Spatafora è invece 18° davanti ad Amaduzzi. Nella seconda gara degli Open, al contrario abbiamo tutti alla partenza con le "rain", ma la pista va asciugandosi e addirittura all'ultimo giro esce il sole! Qui la lotta è inizialmente fra Rousseau, Burdon, Gandon e Goupy, poi Rousseau scivola 4° e non riesce a resistere al ritorno di Luigi Moccia che all'ultimo giro lo supera. Mentre davanti Goupy sale secondo e all'ultima curva, affrontanto cioè la Parabolica, si tocca con Burdon cercando di attaccarlo. Ma i piloti controllano le vetture, le posizioni non cambiano e così abbiamo Burdon a precedere sul traguardo Goupy e Gandon. Risultato che permette allo stesso Burdon di riprendere il comando della classifica su Gandon per due punti.