È Carlos Sainz il campione della Formula Renault 3.5 2014. Pur non avendo preso punti nelle due gare di Jerez, sede dell’atto finale della stagione, lo spagnolo del programma Junior Red Bull ha inserito il proprio nome nell’albo d’oro succedendo a Kevin Magnussen. Sainz ha costantemente sofferto problemi di set-up che hanno afflitto anche il suo compagno nel team Dams, Norman Nato. In gara 1 ha visto il traguardo solo al nono posto, poi è stato penalizzato di 25” ed è retrocesso quindicesimo per avere urtato nel corso del 1° giro Oscar Tunjo. Nella seconda gara, dopo un’altra qualifica anonima, ma con già il titolo in tasca, Sainz è rimasto fuori dalla zona punti (la top 10) concludendo undicesimo. Il suo unico rivale nella rincorsa all’alloro, Roberto Merhi, ha avuto anch’egli un weekend difficile. In gara 1, dopo una qualifica non esaltante per via di un errore tecnico del team che ha condizionato tutta la giornata del venerdì dedicata alle prove libere, Merhi è stato buttato fuori pista alla prima curva da William Buller. In quel momento, Sainz è divenuto matematicamente campione. Nella seconda qualifica, lo spagnolo del team Zeta aveva siglato la pole, ma è stato penalizzato di due posizioni per avere ostacolato Marlon Stockinger. Terzo nelle prime fasi, al pit-stop per il cambio gomme obbligatorio (solo in gara 2), Merhi si è ritrovato in difficoltà nel ripartire a causa di un problema al cambio. E dopo un giro a bassa andatura, si è ritirato. Così né Sainz né Merhi hanno preso punti! La prima corsa è stata vinta da Will Stevens in volata su Oliver Rowland che poi si è imposto in gara 2 battendo il sorprendente Nicholas Latifi. Massimo Costa AUTO - WSR JEREZ 2014