da Zandvoort: Alessandro Gargantini Primo successo stagionale per il campione in carica della BMW Marco Wittmann, che dopo esser scattato dalla prima fila e sopravanzato il poleman Augusto Farfus ha ottenuto una storica vittoria precedendo sei vetture gemelle. La piazza d’onore è andata all’ottimo Antonio Felix da Costa, che sul finale di gara ha anche insidiato il leader della corsa. Il portoghese ha capeggiato un trenino composto da Martin, Farfus, Spengler, Glock e Blomqvist. Ottava posizione per Mike Rockenfeller, che ha interrotto la sequenza dei piloti di Jens Marquardt. L’incredibile risultato della Casa di Monaco è stato propiziato dalle uscite di pista dei britannici Jamie Green e Gary Paffett. Il pilota dell’Audi è finito fuori mentre difendeva la posizione degli attacchi di Bruno Spengler. Stessa sorte per Gary Paffett, che sul finale ha perso tempo nelle sabbiose vie di fuga. Molto amara la corsa di Edoardo Mortara, entrato dopo una manciata di giri nella corsia box a causa di un problema tecnico. La corsa è stata neutralizzata nelle prime cinque tornate a causa di un incidente tra Robert Wickens e Paul di Resta, finito violentemente contro le barriere. Il dominio della BMW non ha significative conseguenze nella graduatoria di campionato, dove Jamie Green continua a condurre con undici punti di vantaggio su Mattias Ekstroem. Gara due è prevista domani alle ore 14,15.