Da Spielberg (Austria): Alessandro Gargantini Il passaggio dalle dune delle spiagge olandesi ai saliscendi delle alpi austriache ha portato bene al nostro Edoardo Mortara, che al termine di una prestazione convincente ha colto il suo primo successo stagionale. Per l’italiano di Ginevra si tratta del terzo acuto nella categoria, che interrompe un lungo digiuno che su protraeva dalla stagione 2012, quando il pilota di Dieter Gass e Wolfgan Ullrich si aggiudicò le tappe di Zandvoort e Spielberg, tracciato con il quale Edo sembra avere un feeling davvero particolare. Scattato un po’ a rilento dalla pole, Mortara ha poi approfittato di un problema al cambio occorso alla fine del secondo giro allo sfortunato Jamie Green per riconquistare la leadership della gara ed involarsi un una corsa solitaria al vertice davanti alle tre Mercedes di Pascal Wehrlein, Paul di Resta e Christian Vietoris. Il terzo pilota della Mercedes F1 grazie alla piazza d’onore balza al vertice della graduatoria di campionato, inseguito da Mattias Ekstroem, quinto sotto la bandiera a scacchi, e dal nostro Mortara. Nonostante i dieci chili di vantaggio dettati dal sistema delle zavorre, la migliore delle BMW è stata quella di Augusto Farfus, che ha chiuso al sesto posto fra Ekstroem e Paffett. Il Meister in carica Marco Wittmann ha chiuso in nona posizione, alle spalle di Mike Rockenfeller. La seconda corsa del week-end si disputerà domani alle 15,15.