È giunto alla conclusione lo scandalo nella gara del DTM a Spielberg che aveva visto protagonista Timo Scheider e che è stato chiamato "schiebihnraus" (c'è anche uno specifico hashtag per Twitter) in Germania. Infatti in quella occasione Wolfgang Ullrich si lasciò scappare via radio un "Buttalo fuori" (come si traduce dal tedesco) prima che Scheider tamponasse Robert Wickens mandando nella ghiaia "a cascata" anche Pascal Wehrlein. Oggi (mercoledì) si sono riuniti i vertici del potere sportivo (DMSB) e dell'organizzazione della serie, allo Sheraton Hotel di Francoforte, ed è stato deciso di non far correre a Scheider la gara di Mosca di questo weekend prossimo. Per quanto riguarda l'Audi Sport, la squadra ha avuto una multa record di 200.000 euro e si è vista togliere dalla classifica costruttori tutti i punti (62) ottenuti in quella seconda gara austriaca. Infine, a Ullrich è stato interdetto l'accesso alla pitlane e alla radio del team fino a fine stagione. I responsabili del DTM e dell'autorità sportiva hanno rimarcato di aver voluto dare una punizione esemplare per come l'episodio avesse danneggiato la reputazione e l'immagine della serie e dello sport in genere. Tuttavia non sono stati presi provvedimenti nei confronti della squadra, la Phoenix Racing, perché la corte sportiva ha riconosciuto che il team non aveva una reale possibilità di impedire il messaggio radio del direttore dell'Audi Motorsport. L'Audi ha dichiarato ufficialmente di rispettare il verdetto anche nell'interesse del DTM e dello sport, che l'importante era chiudere la questione prima della prossima gara (potendo così tornare a focalizzarsi sulle gare in sé) e che quindi non ricorrerà in appello. In cima alla lista del possibili sostituti di Scheider a Mosca c'è il nostro Antonio Giovinazzi: una bella opportunità per il 21enne di Martina Franca attualmente al vertice dell'EuroF3 e portacolori del gruppo tedesco, correndo con i motori Volkswagen. Maurizio Voltini