da Hockenheim: Alessandro Gargantini Nella giornata che ha visto le Audi di Timo Scheider e Jamie Green dominare indisturbate la scena davanti alla BMW di Maxime Martin, l'attenzione nel DTM a Hockenheim è stata tuttavia tutta per Pascal Wehrlein che si è laureato nuovo Meister della Categoria, regalando alla Mercedes un successo che mancava dal 2010. Il tedesco della Mercedes è anche il più giovane campione del DTM, visto che soltanto domani Pascal festeggerà il suo ventunesimo compleanno. Al driver schierato da Ulrich Fritz è stato sufficiente cogliere l’ottavo posto per fregiarsi del titolo, visto che i suoi contendenti Edoardo Mortara e Mattias Ekstroem sono incappati in una gara 1 da dimenticare. Il nostro portacolori si è toccato al primo giro con Miguel Molina, forando un pneumatico. Rientrato in pista, Mortara si è poi scontrato con Timo Glock, rimediando un drive through che lo ha definitivamente costretto alla resa. Edo si è poi definitivamente ritirato a causa delle troppe vibrazioni. Mattias Ekstroem, dopo essere partito male dalla settima posizione in griglia, è stato urtato da Robert Wickens, finendo a fondo gruppo. Il contatto, che a molti ha fatto storcere il naso, è costato un drive through al pilota della Mercedes, ma ha di fatto tolto al nordico ogni speranza di mantenere aperta la lotta per il titolo. Ekstroem è poi riuscito a risalire fino alla ottava posizione finale. Gara due è prevista domani alle 15,15.