Hockenheim. La tanto temuta pioggia è caduta nelle cruciali fasi centrali di gara ed ha creato parecchio scompiglio nella seconda manche prevista sul tracciato del Wurttemberg.

Mentre quasi tutti i protagonisti, l’uno dopo l’altro, alzavano il piede per rimanere in pista, l’Audi di Jamie Green procedeva come un orologio, rifilando anche due secondi al giro sul resto del gruppo. Il pilota britannico del team Rosberg, vero e proprio mago della pioggia in questa giornata, ha così regalato all’Audi una meritata vittoria precedendo sotto la bandiera a scacchi il connazionale Gary Paffett.

Il pilota inglese di Dieter Gass ha anche neutralizzato una penalizzazione di cinque secondi per aver accelerato in anticipo al restart che ha seguito una fase di safety car.

Terza posizione per Marco Wittmann, abile a interpretare al meglio le condizioni meteo e risalire brillantemente dall’ultima fila in griglia. Il mattatore della prima frazione, Lucas Auer, è andato in crisi sotto la pioggia, ma ha comunque messo in cassaforte una quarta posizione che gli garantisce la leadership in graduatoria generale con quattrodici lunghezze di vantaggio su Jamie Green e Gary Paffett.

E’ andata male a Edoardo Mortara, finito in testacoda con le gomme slick e rimasto fuori dalla zona punti. Positiva la quinta piazza di Nico Mueller, abile a resistere agli attacchi di Paul Di Resta nelle fasi di gara conclusive. La corsa è stata neutralizzata in regime di safety car a causa di un incidente alla prima curva innescato da Robert Wickens che ha coinvolto le Audi di Nico Mueller e di Loic Duval. Il prossimo appuntamento stagionale sarà disputato nell’infield del tri-ovale del Lausitzring Eurospeedway tra due settimane, il 20 e 21 maggio.