Per la quarta corsa consecutiva il trentunenne portacolori dell’Audi René Rast ha conquistato il gradino più alto del podio nel DTM. Se nella prima manche prevista sui saliscendi del circuito austriaco il pilota di Dieter Gass aveva colto il successo grazie ad un errore in regime di safety-car del leader della corsa Daniel Juncadella, in quella consecutiva il driver tedesco è stato autore di una convincente rimonta dall’ottavo posto in griglia.

Dopo aver recuperato quattro posizioni nel corso del primo giro, il Meister in carica della categoria nella prima fase di gara è restato alle spalle di un terzetto composto da Nico Mueller, Gary Paffett e Paul di Resta. Il muretto box Audi ha giocato con successo la carta dell’undercut richiamando nella corsia box il pilota del Team Rosberg al termine del diciassettesimo giro.

Al rientro in pista, Rast ha mostrato la consueta abilità nel spremere il massimo rendimento dalle gomme fredde, essendo le termo coperte vietate. Paul di Resta ha risposto all’undercut nel giro successivo, ma al rientro in pista è stato scavalcato dal rivale. Gary Paffett, invece, ha perso ogni chance di puntare al successo a causa di un ritardo di due secondi al cambio gomme, con la posteriore destra che non riusciva ad agganciarsi.

Sul finale di gara, Nico Mueller ha fatto un perfetto gioco di squadra cedendo la leadership a Rast, che ha tagliato il traguardo precedendo il compagno di scuderia e Gary Paffett. Edoardo Mortara è stato spinto fuori pista nelle prime battute di gara da Timo Glock e ha concluso in decima posizione. Al vertice della graduatoria di campionato, quattro punti separano Paul di Resta da Gary Paffett. René Rast, ancora in lotta per il titolo, segue a ventisei punti dal pilota britannico.