Potrebbe esserci il DTM nel prossimo futuro sportivo di Robert Kubica. Le caselle del mercato piloti in Formula 1 progressivamente vanno al loro posto e, con la decisione di Haas su chi, tra Hulkenberg e Grosjean, farà coppia con Kevin Magnussen, restano pochi sedili ancora da assegnare. In Williams viene indicato il canadese Nicholas Latifi, oggi terzo pilota, accanto a George Russell.

Sterzi a parte: I meravigliosi 90 anni di Sir Stirling Moss

Kubica, rientrato in Formula 1 dopo 8 anni di assenza e in grado di ottenere un punto a Hockenheim – a seguito delle penalità inflitte alle Alfa Romeo –, ha ammesso di lavorare a diverse opzioni in ottica 2020. Quella di un impegno in DTM potrebbe essere più di un rumours dopo le dichiarazioni registrate in casa Audi e BMW, riportate da Autosport.

Kubica è un pilota interessante per il DTM in generale. È un po’ presto per commentare nei particolari la situazione dei nostri piloti ufficiali. Non ho parlato personalmente con Kubica ma con il suo management”, ha commentato Dieter Gass di Audi.

Leggi anche: Sainz, GP Singapore: ultimi sviluppi McLaren in campo

Per una conferma di colloqui intercorsi tra il management di Kubica e Audi, c’è un più diplomatico Jens Marquardt di BMW che ha spiegato: Gente come Robert ha ovviamente una storia con BMW. Siamo stati sempre in contatto con lui nel corso degli anni, credo sia normale verificare le opzioni e non si parla sempre di un ‘vuoi correre con noi il prossimo anno?’”.