Venerdì 13 dicembre Motorsport Technical School, scuola per meccanici ed ingegneri di pista, ha riaperto le aule e i box all’interno dell’Autodromo di Monza, per dare il via al nuovo anno accademico 2019-2020, con la missione di aiutare i nuovi studenti a realizzare il loro sogno di diventare professionisti del Motorsport.

Adria Motor Week: selezionato lo spettatore che farà la 24 Ore

Un inizio con i fiocchi in tutti i sensi, infatti una nevicata abbondante ha battezzato la partenza tingendo il circuito di bianco, mentre nelle loro tute rosse e nere i ragazzi hanno trascorso il primo week end di lezioni teoriche e pratiche di Auto Racing, Moto Racing e Performance Engineering. 

Sono 71 i nuovi studenti, selezionati tra i moltissimi che quest’anno hanno battuto il record di iscritti. Il team MTS è rimasto positivamente sorpreso dal livello particolarmente alto dei candidati ai corsi di Performance Engineering. Ad 11 di loro sono stati riconosciuti i requisiti per passare la selezione, la maggior parte laureati, alcuni provenienti dal Politecnico di Milano, tutti con un consistente back ground tecnico.

Il Presidente dell’Autodromo Pietro Benvenuti è stato il primo ad accogliere e a dare l’imbocca al lupo ai nuovi studenti, che hanno trascorso i primi tre giorni molto concentrati e motivati, coscienti della grande opportunità che hanno di far parte della famiglia MTS e di poter frequentare l’unica scuola che, per l’altissima qualità della preparazione che garantisce, ha un tasso di placement dell’80% in team del Motorsport.

Ha sorpreso piacevolmente tutti anche la visita di un ex allievo, Luca Cecchetto, ora nei box di Formula 1, che ha caricato i ragazzi raccontando la sua esperienza e ha spiegato quanto la passione e la motivazione siano gli ingredienti essenziali per la riuscita di questa impresa.

“L’emozione è sempre tanta quando si ricomincia - ha detto Eugenia Capanna, fondatrice e CEO della Motorsport Technical School -. Ogni anno è una nuova sfida per loro ma anche per noi che cerchiamo di offrire una qualità sempre più alta di corsi sempre più articolati e interessanti. Per esempio, stiamo lavorando ad una nuova versione ad altissimo livello tecnico-esperenziale del Master in Race Engineering da offrire agli studenti del prossimo anno”.