Una notizia di quelle che non passano inosservate: l'Audi lascerà il DTM a fine stagione. Una brutta notizia per il campionato turismo, che dopo aver perso l'R-Motorsport con le sue Aston Martin, si ritrova praticamente con un solo costruttore, la Bmw, dopo l'addio della Mercedes datato fine 2018.

Le parole di Duesmann

Markus Duesmann è il CEO di Audi e la notizia arriva dalla sue parole: "L'Audi ha aiutato il DTM a svilupparsi e viceversa, e questo dimostra quanto potenziale ci sia nel motorsport, sia a livello tecnologico che emotivo. Con questa energia, guideremo la nostra trasformazione verso la mobilità elettrica, eco-sostenibile e sportiva. E' il motivo per cui stiamo concentrando i nostri sforzi sulle gare in pista e per competere sistematicamente al vertice per la tecnica del domani. A questo proposito la Formula E è una piattaforma molto attrattiva per noi, ed a complemento di essa stiamo studiando altre forme di progresso nel motorsport per il futuro". 

L'ultimo anno nel DTM

Audi si augura di poter gareggiare un'ultima volta nel DTM quando la pandemia sarà finita, speranza che si ritrova nelle parole di Hans-Joachim Rothenpieler, membro del Gruppo dello Sviluppo: "Speriamo che la situazione migliori in fretta in modo da poter competere in alcune gare del Dtm quest'anno. I fan lo meriterebbero, e così l'IRT, i nostri piloti ed ovviamente il nostro team ed i nostri partner. [...] Il successo nel motorsport è e sarà sempre parte del Dna dell'Audi".

I numeri nel Dtm

Audi lascia così una categoria che l'ha vista grande protagonista in questi anni. La casa degli Anelli ha portato a casa 23 titoli, di cui 11 piloti, 114 vittorie, 345 arrivi a podio, 106 pole position e 112 giri veloci, partecipando dal '90 al '92 e poi dal 2000 in poi, con l'ultima grandiosa stagione, quella del 2019, che ha visto l'Audi primeggiare di nuovo con Renè Rast.

Il futuro

Il futuro prossimo dunque si chiama Formula E, campionato al quale l'Audi prende parte sin dalla nascita nel 2014 e che si è rivelato essere un campionato dai ritorni economici e d'immagine non indifferenti, anche grazie all'appoggio del team Abt con il quale è arrivato il titolo Piloti con Lucas Di Grassi nella stagione 2016-17 e quello a squadre nel campionato successivo. Se nella categoria elettrica il futuro per l'Audi sembra radioso, altrettanto non lo sembra per il DTM, che perdendo un altro costruttore si trova in grandissima difficoltà, e la sopravvivenza del campionato a questo punto non diventa un fatto scontato.