Che cosa farà Fernando Alonso nel 2021? Niente è ancora ufficiale, ma lo spagnolo dice di avere già i piani pronti. Lo rivela al quotidiano spagnolo El Mundo Deportivo, al quale annuncia presto comunicato ufficiali.

Alonso: "Nessuno approfitta dei punti deboli di Hamilton"

Verso i 40 anni

Alonso è un classe 1981, dunque l'anno prossimo, a luglio, compirà 40 anni, ma nonostante questo lo spagnolo non ha alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo. Anzi, in lui ci sarebbe ancora la voglia di tornare in F1, con la possibilità giusta, ma il rinvio della rivoluzione regolamentare al 2022 fa sì che per l'anno prossimo Alonso non sia troppo convinto di rientrare: "So cosa farò l'anno prossimo, spero di poterlo annunciare a breve. Per quanto riguarda la F1, ho sempre detto che con le nuove regole del 2021 sarebbe stato possibile un mio ritorno, perché con esse potremmo avere un nuovo equilibrio di forze in pista. Io ho voglia di mettermi di nuovo alla prova, ho fame, spero che il nuovo regolamento venga introdotto il prima possibile, ma comprendo la decisione presa. Visto come stanno andando le cose, è impossibile sviluppare le vetture per il 2021".

Alonso, 13° posto alla Dakar 2020

Indy 500 e Le Mans

A Fernando manca solo la vittoria alla 500 Miglia di Indianapolis per completare la Tripla Corona, traguardo raggiunto finora solo da Graham Hill. Per preparare bene Indy, il due volte campione del mondo esclude un impegno legato a tutto il campionato: "La 500 Miglia è un grande evento, richiede molta preparazione e molto lavoro, non immagino di fare un campionato intero". Al momento, la 500 Miglia è prevista ad agosto, mentre su Le Mans lo spagnolo lascia la porta aperta ad un rientro, anche se non sa quando: "Penso che prima o poi tornerò a Le Mans. Le Hypercar sembrano essere un gran progetto e anche le LMDh. Ci sono molte cose che possono dare un nuovo impulso all'Endurance".

Alonso ad Indianapolis 2020 con McLaren