La “Classe 2021” dei giovani Ferrari Driver Academy si è riunita a Maranello per iniziare le attività che porteranno gli 8 piloti che ne fanno parte - in vari ruoli - agli impegni sportivi previsti nei prossimi mesi. Assenti giustificati, Mick Schumacher – al lavoro con Haas per preparare il debutto in Bahrain – e Dino Breganovic, di rientro da Abu Dhabi dove ha corso in Formula 3 Asian Series.

Sterzi a parte: E' tempo di accettare la transizione Rossa

Entrano a far parte del programma FDA, Maya Weng e James Wharton, la prima reduce dalla vittoria del percorso FIA Girls on Track, il secondo individuato dall’attività di scouting della FDA. Olandese Weng, australiano Wharton, quest’ultimo continuerà a correre nei kart e avvicinerà le monoposto, con test organizzati dalla FDA, nel corso della seconda metà della stagione. Per Maya Weng, invece, appuntamento con la Formula 4.

Matassa accoglie i "rookie"

“Voglio dare un benvenuto speciale agli esordienti James Wharton e Maya Weug il cui ingresso rappresenta una nuova frontiera per l’Academy. James è infatti il vincitore della prima edizione delle FDA Scouting World Finals, un evento nel quale i sei finalisti tra i tanti giovanissimi piloti  provenienti da ogni parte del mondo, selezionati grazie alle collaborazioni avviate con ACI, Tony Kart, Motorsport Australia ed Escuderia Telmex, si sono confrontati per conquistare un posto nel nostro programma.

Maya è invece la prima ragazza ad entrare a far parte di FDA attraverso la nostra partnership con la commissione FIA Women in Motorsport che ha lanciato una ricerca mondiale per selezionare le giovani pilote di maggior talento, progetto nella quale crediamo fortemente. Non vediamo l’ora di metterci al lavoro con i ragazzi per preparare le basi di un nuovo anno di soddisfazioni”, le parole di Marco Matassa, responsabile dell’Academy Ferrari, presente a Maranello insieme a Mattia Binotto e Laurent Mekies.

L'editoriale del direttore: Ferraristi per sempre

Salti di categoria e conferme: da Leclerc a Shwartzman

Per due new entry c’è un gruppo di piloti confermati, da Dino Breganovic che correrà in Formula Regional, ad Arthur Leclerc: con Prema affronterà la stagione di Formula 3, nella quale correre da protagonista. Obiettivi che, in Formula 2, si spostano nella conquista del titolo per Robert Shwartzman, sempre con Prema, dove Marcus Armstrong correrà invece con Dams.

Dalla Formula 2 disputata su alti livelli nel 2020, Callum Ilott è stato promosso terzo pilota e tester della Scuderia, ruolo importante al quale andrà ad affiancare l’impegno sportivo nel mondo l’Endurance, partecipando ad alcune gare clou con la Ferrari 488 GTE.

Formazione in aula, poi sui kart a Lonato

Gli 8 piloti della FDA seguiranno nel corso di questa settimana una fase di preparazione “in aula”, tra formazione legata ai regolamenti, gli aspetti tecnici, del marketing e comunicazione, fino a condurre test psicoattitudinali e fisici. In pista andranno per 2 giorni a Lonato, al volante dei kart Tony Kart.

“L’inizio di un nuovo anno per noi della Ferrari Driver Academy è sempre un momento molto speciale. Riabbracciamo i ragazzi che conosciamo già e diamo il benvenuto alle matricole sapendo che ci aspetta una stagione da vivere intensamente. Nel 2020 i nostri piloti hanno raggiunto risultati di altissimo livello e questo non può che essere uno stimolo per provare a fare ancora di più nel 2021 perché la ricerca del continuo miglioramento è alla base della filosofia Ferrari e dunque anche di FDA”, ha aggiunto Matassa. .

Dalla Academy a un futuro Ferrari F1

Al dodicesimo anno di attività della Academy, in griglia di Formula 1 si conteranno quattro piloti passati dalla formazione ricevuta a Maranello: Mick Schumacher è solo l’ultimo di una lista che comprende Charles Leclerc, Lance Stroll e Sergio Perez. FDA il cui ruolo di bacino di giovani talenti per la Rossa in F1 è stato sottolineato da Mattia Binotto:È un momento importante non soltanto per gli otto partecipanti alla classe 2021 ma per tutta la Scuderia: abbiamo sempre detto che la FDA non è soltanto una scuola che deve far crescere i migliori talenti per portarli in Formula 1 ma, soprattutto, deve formare quelli che in futuro saranno i portacolori della Scuderia Ferrari nella massima competizione automobilistica.

Quest’obiettivo lo abbiamo realizzato con Charles Leclerc e siamo lieti che quest’anno farà il suo debutto in F1 anche un altro pilota cresciuto con noi, Mick Schumacher. Oltre ai visi noti di Callum, Robert, Marcus, Arthur e Dino – li cito in ordine d’età – mi ha fatto molto piacere salutare le due matricole, Maya Weug e James Wharton, che entrano da quest’anno a far parte della Academy. Il loro arrivo è importante perché costituisce la conferma dello sforzo che stiamo facendo anche sul versante dell’inclusione nel motorsport.

A tutti faccio il mio personale in bocca al lupo per una stagione di crescita e di successi, da affrontare con umiltà, con determinazione e con voglia di imparare, senza smettere mai di inseguire i propri sogni.”