Kyle Larson ha messo a segno un nuovo clamoroso successo sul tracciato stradale di Charlotte, ottenendo la promozione al penultimo turno dei playoff Nascar 2021. Il pilota del team Hendrick ha proposto una performance magistrale dopo che problemi di alternatore e batteria l'avevano messo a rischio eliminazione con un lungo pit-stop. Se fosse stato su un ovale, Larson si sarebbe trovato doppiato più volte, mentre sul "Roval", approfittando di una caution, è restato in gioco visto che i meccanici sono potuti intervenire. Poi, ha recuperato in modo semplicemente perfetto approfittando anche di una strategia corretta.

Alle spalle di Larson ha concluso Tyler Reddick. Il pilota del team Childress ha fatto del suo meglio, ma contro un Larson così in spolvero, la missione era missione impossibile. Chris Buescher al terzo posto ha regalato al team Roush un buon piazzamento, mentre Kyle Busch ha preceduto Denny Hamlin in top-5.

La lotta più clamorosa della serata è stata però quella tra Chase Elliott e Kevin Harvick. Dopo il litigio di Bristol, dove Elliott, doppiato, aveva ostacolato Harvick per favorire Larson, il pilota di Stewart-Haas è andato alla ricerca di una vendetta, centrando in pieno il rivale che si trovava a soli otto punti dal "taglio". Sul momento, Elliott sembrava spacciato, ma ha a sua volta approfittato dei lunghi giri di caution per fare riparare la vettura senza perdere il giro. Inoltre, i danni aerodinamici non si sono rivelati impattanti come su uno speedway. Risultato, Elliott ha recuperato in fretta, finendo dodicesimo. Viceversa, Harvick è finito nelle barriere a 11 giri dal termine, mettendo fine alle speranze di passare il turno. Da sottolineare la sfortuna di AJ Allmendinger, inatteso vincitore a Indy. Il pilota del team Kaulig, che sta vivendo una seconda giovinezza e aveva conquistato la tappa Xfinity del sabato, si è dovuto ritirare per un problema.

Oltre a lui sono stati eliminati Christopher Bell, e i due piloti di Hendrick Alex Bowman e William Byron. Tutti e tre avevano incontrato problemi nelle gare precedenti e hanno continuato a faticare: nonostante buoni piazzamenti nel finale anche grazie alle scelte tattiche, avevano bisogno di qualcosa di più. Per Bell e Byron ci sono state delle uscite di pista, propiziate da problemi ai freni (rispettivamente hanno terminato ottavo e undicesimo), mentre un guaio meccanico ha rallentato Bowman. Nonostante la top-10 finale, il pilota dell’Arizona non è riuscito a guadagnare il passaggio.

Su otto vetture passate al penultimo turno, tre a testa sono rappresentanti dei team Penske e Gibbs, con Elliott e Larson per Hendrick. Dai tre prossimi appuntamenti in Texas, al Kansas Speedway e a Martinsville, usciranno i quattro nomi che si sfideranno per il titolo a Phoenix nella finalissima del 7 novembre.

Domenica 10 ottobre 2021, gara

1 - Kyle Larson (Chevrolet) - Hendrick - 109 giri
2 - Tyler Reddick (Chevrolet) - Childress - 109
3 - Chris Buescher (Ford) - Roush - 109
4 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 109
5 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 109
6 - Matt DiBenedetto (Ford) - Wood Brothers - 109
7 - Joey Logano (Ford) - Penske - 109
8 - Christopher Bell (Toyota) - Gibbs - 109
9 - Ryan Blaney (Ford) - Penske - 109
10 - Alex Bowman (Chevrolet) - Hendrick - 109

In campionato (classifica iniziale del Round of 8)
1. Larson 4065; 2. Hamlin 4030; 3. Truex Jr. 4029; 4. Blaney 4024; 5. Kyle Busch 4023; 6. Elliott 4022; 7. Logano 4013; 8. Keselowski 4008.