Sembra che quello attuale sia un periodo positivo per Max Papis, il nostro portacolori in Usa. Dopo aver fatto un piccolo ritorno in kart, vincendo comunque il titolo nazionale statunitense nella finale Masters della classe Rotax Max (no, non l'hanno chiamata così per lui) che è una delle più competitive a livello mondiale (sotto, la foto col podio e la squadra), ora si prospetta la partecipazione alla massima serie Nascar nella prossima gara di Watkins Glen. Papis è stato infatti chiamato dal team Stewart-Haas a sostituire Tony Stewart, che si è recentemente infortunato (frattura di tibia e perone destri) in una gara di Sprint Car al Southern Iowa Speedway, incocciando in un'altra vettura finita in testacoda. Il 41enne tri-campione Nascar dovrà subire un secondo intervento chirurgico e ne avrà ancora per un po', vedendosi così costretto a saltare la sua prima gara dopo ben 521 partecipazioni consecutive nella top serie Nascar. Così, dopo un test svoltosi a Road Atlanta, Massimiliano è stato chiamato dal team per correre la gara stradale sul tracciato di quasi 2 miglia e mezza. Questa di Watkins Glen sarà la prima gara nella Sprint Cup per Max da quella corsa in Michigan nell'estate 2010, in cui si classificò 41°. Va detto che comunque il 43enne comasco può vantare tre risultati fra i primi 5, nella serie di vertice americana per le vetture a ruote coperte. m.v. PapisPodioKart