Nelle qualifiche per la 22ª gara delle 36 che articolano la Sprint Cup Nascar, domenica al Watkins Glen (verso le ore 19 italiane), il nostro Max Papis ha ottenuto il 29° tempo (70"229 alla media di 125,589 mph) su un parco partenti di 43 piloti. I suoi compagni di squadra nel team Haas-Stewart hanno invece ottenuto il 14° tempo Ryan Newman e il 35° tempo Danica Patrick. La pole è stata ottenuta da Marcos Ambrose (la sua terza in carriera) segnando con la Ford il tempo di 68"777 (media 128,241 mph) che gli ha consentito di battare il record detenuto da Juan Pablo Montoya su questo tracciato, oltre a precedere sullo schieramento la Toyota di Clint Bowyer. Un po' più lente le Chevrolet come quelle del team di Papis: la prima è sesta, quella di McMurray alle spalle di Truex, Allmendinger e Busch. «L'ostacolo più grande per me sono state sicuramente le qualifiche stesse, perché non le faccio molto spesso - ha detto Papis, che qui ha vinto la Grand-Am nel 2004. - Ho esagerato un po' nella curva due. Ho fatto meglio al terzo giro, ma le gomme erano ormai andate. Ma sono comunque fiducioso: ho migliorato la mia velocità ogni volta. Sicuramente in qualifica ho lasciato qualcosa, ma sono soddisfatto del mio lavoro e di quanto abbiamo migliorato la macchina. Sento davvero che possiamo fare qualcosa di speciale da dove partiamo».