Dopo una 500 Miglia di Indianapolis decisasi all’ultimo, la Nascar Sprint Cup Series ha regalato, nel tradizionale appuntamento del Memorial Day, un dominio incontrastato, tale da infrangere i record della serie per quanto riguarda i giri ed i chilometri passati in testa ad una gara, rispettivamente 392 e 588. Protagonista è stato Martin Truex Jr, trentacinquenne del New Jersey, che ha mollato la vetta solo in occasione delle soste ai box. Probabilmente, era talmente tanta la voglia di cancellare la sfortuna avuta in Texas, Kansas e a Dover, che il pilota della Toyota numero 88 non ha voluto lasciare nulla al caso.

Per il team Furniture Row c’è ora la certezza di entrare nei playoff, ed un sospiro di sollievo per aver centrato almeno un successo anche quest’anno. La speranza, per la scuderia satellite del Joe Gibbs Racing, è che si continui così visto il potenziale della partnership. Viceversa, per la Nascar cominciano ad esserci pensieri di Balance Of Performance, considerando il livello di predominanza raggiunto dalle tre ellissi. Si sono già testati, in vista del 2017, aggiornamenti che ridurranno ancora il carico aerodinamico nel tentativo di riequilibrare i valori in campo ed esaltare le qualità dei piloti.

Per quanto riguarda la cronaca della corsa, poco da segnalare eccetto qualche puntata al comando di Jimmie Johnson durante i pit-stop ed un tentativo di recupero finale, aiutato dal traffico, da parte di Kevin Harvick, a sua volta rimasto “incastrato” tra i doppiati. Il quarto posto, alle spalle del campione in carica e della star di casa Hendrick, è così andato a Denny Hamlin, seguito da Brad Keselowski e Kurt Busch, mentre Matt Kenseth ha preceduto Chase Elliott e Joey Logano. Quest’ultimo era stato a tratti in lotta con Truex. Il vincitore dell’All-Star di settimana scorsa ha però perso un giro a causa di una penalità quando i suoi meccanici sono entrati in pit-lane troppo in anticipo.

 

L’ordine di arrivo della Coca Cola 600, tredicesimo round della Nascar Sprint Cup Series:

1 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 400 giri

2 - Kevin Harvick (Chevy) – Stewart/Haas - 400

3 - Jimmie Johnson (Chevy) – Hendrick - 400

4 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs giri - 400

5 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 400

6 - Kurt Busch (Chevy) – Stewart/Haas - 400

7 - Matt Kenseth (Toyota) – Gibbs - 400

8 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 400

9 - Joey Logano (Ford) – Penske - 400

10 - Ryan Newman (Chevy) Childress - 400

 

In campionato

1. Kevin Harvick 457;

2. Kurt Busch 421;

3. Jimmie Johnson 409;

4. Kyle Busch 405;

5. Carl Edwards, 404.