E’ finita all’ultima goccia di carburante per Kurt Busch la Pocono 400, primo passaggio della Nascar Sprint Cup Series sull’ovale triangolare della Pennsylvania: la gara è stata posticipata al lunedì a causa della pioggia e della nebbia che hanno perturbato il weekend. Alla fine, il pilota di Gene Haas e Tony Stewart si è imposto con una gestione del consumo perfetta nell’ultimo stint di gara: al re-start, ha spinto quanto è bastato per passare Chase Elliott, leader di buona parte della corsa, e Dale Earnhardt. Poi, ha pensato a dosare il gas tenendo dietro i due avversari e tagliando il traguardo al comando. Per Busch, in pista con un capo ingegnere temporaneo dopo la sospensione del suo solito stratega per irregolarità coi dadi ruota, si tratta della prima vittoria della stagione e del biglietto per i playoff della Chase For The Cup

Earnhardt ha terminato secondo, resistendo agli attacchi del rimontante Brad Keselowski. Partito dalla pole, l’alfiere del team Penske è stato penalizzato ad inizio corsa ed obbligato ad una lunga sosta: in occasione di un pit-stop, uno dei suoi meccanici ha piegato con una spallata ben assestata il parafango posteriore destro, creando una depressione aerodinamica. Peccato che, complice il colore bianco della vettura, la “botta” fosse estremamente visibile, tanto da portare al richiamo ufficiale dato che non è possibile apportare modifiche alle carrozzerie sulle vetture in gara. Il terzo posto sembra più di quanto si potesse sperare.

A seguire Elliott, che continua nella sua serie di piazzamenti ma vede ancora sfuggire il primo successo. Difficoltà anche per l’altra vettura del Capitano, quella di Joey Logano, che ha pagato qualche scaramuccia di troppo con Ryan Newman. Ma con il pilota di Richard Childress è stato protagonista anche di un altro contatto che ha visto finire a muro Kyle Busch. Tutto da solo hanno fatto invece Jimmie Johnson, che ha perso il posteriore della sua Chevy impattando contro le protezioni interne, e Tony Stewart, che ha però coinvolto la compagna di colori Danica Patrick. Una toccata ai box ha invece penalizzato il vincitore del round precedente Martin Truex

L’ordine di arrivo della Axalta 'We Paint Winners' 400 di Pocono, quattordicesima tappa della NASCAR Sprint Cup Series 2016: 

1 - Kurt Busch (Chevy) – Stewart/Haas - 160 giri

2 - Dale Earnhardt Jr. (Chevy) – Hendrick - 160

3 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 160

4 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 160

5 - Joey Logano (Ford) – Penske - 160

6 - Kasey Kahne (Chevy) – Hendrick - 160

7 - Matt Kenseth (Toyota) – Gibbs - 160

8 - Carl Edwards (Toyota) – Gibbs - 160

9 - Kevin Harvick (Chevy) – Stewart/Haas - 160

10 - Ryan Blaney (Ford) – Wood - 160

In campionato

1. Kevin Harvick 490;

2. Kurt Busch 465;

3. Brad Keselowski 442;

4. Carl Edwards 437;

5. Kyle Busch 416.