La Mazda torna a competere con una macchina al 100% di propria produzione: ha infatti svelato al Los Angeles Auto Show il proprio Prototipo RT24-P con cui si impegnerà a correre nel 2017. Tuttavia non parliamo della classe LMP1 Fia, bensì della Daytona Prototype international (DPi) nella serie WeatherTech Imsa, dove la Mazda sarà presente con due vetture. Questo campionato americano vede già competere il team Mazda, però con due Lola motorizzate dalla Casa giapponese. Stavolta la macchina sarà di propria produzione, con scocca fatta realizzare da Riley/Multimatic e una carrozzeria che si ispira molto di più alla produzione di serie, un concetto già molto seguito nei Prototipi americani. 

In particolare il design si rifà al concetto Kodo tipico delle ultime Mazda. «Il design Kodo è il cuore di qualsiasi veicolo che porta un marchio Mazda - ha dichiarato il manager della Mazda Design Americas, Ken Saward - ed è molto evidente nella progettazione del prototipo 2017. Abbiamo preso in considerazione i due parametri principali per una macchina da corsa di successo per questa serie: le prestazioni aerodinamiche e il nuovo regolamento tecnico 2017. Lavorando con i tecnici aerodinamici e gli ingegneri di Multimatic, abbiamo scoperto che l'applicazione della filosofia di design Kodo alle superfici e alla silhouette della vettura ci ha permesso di ottenere una linea dall'aspetto dinamico e pure molto efficiente aerodinamicamente».

La RT24-P sarà motorizzata con il 4 cilindri turbocompresso MZ-2.0T da circa 600 cavalli, e verrà affidata ai piloti Jonathan Bomarito, Tristan Nunez, Tom Long e Joel Miller, mentre il debutto in gara avverrà alla prossima 24 Ore di Daytona del 28-29 gennaio, gara inaugurale della serie Imsa 2017.