Iniziano nel segno di Martin Truex Jr i playoff della Nascar 2019. Il pilota del Joe Gibbs Racing è emerso nella seconda parte di gara assicurandosi col successo il passaggio di diritto al secondo turno, che vedrà il numero dei contendenti ridotto da 16 a 12. Truex ha confermato un campionato eccellente anche per la sua scuderia, che con la gara di ieri si mantiene sul 50% di vittorie nel 2019, un risultato invidiabile. Dopo un inizio in sordina, ha vinto il secondo traguardo intermedio di metà gara e, nonostante un calo verso il finale, ha attaccato dopo l'ultimo pit-stop, sfruttando le gomme nuove. Passato dal quinto al secondo posto, ha attaccato Kevin Harvick con 20 giri al termine portando a casa il successo. Truex ha beneficiato di un set-up azzeccato per le fasi finali in notturna, con una vettura che, nei passaggi conclusivi, era nettamente la più performante del lotto.

Per il californiano del team Stewart-Haas, il secondo posto è comunque un piazzamento valido in ottica playoff. Terzo, pur senza incidere molto sulla gara, il migliore dei piloti del team Penske, Brad Keselowski, mentre con la Chevrolet numero 9 del team Hendrick, Chase Elliott è stato ancora il miglior alfiere del cravattino. La squadra di Rick Hendrick ha piazzato tre vetture in top-10 (e una, quella di Jimmie Johnson, poco fuori). Interessante in particolare il settimo posto di William Byron nonostante un testacoda dovuto a una foratura. Solo nono Joey Logano, dopo aver vinto il primo traguardo del quarto di gara. Per lui sono arrivati due contatti, uno con Daniel Suarez e uno con Clint Bowyer, che hanno causato danni aerodinamici alla sua Ford. Logano ha recuperato un giro, ma la sua rimonta non si è fermata molto più lontano.

È andata perfino peggio ai due portacolori di casa, ovvero i fratelli Kurt e Kyle Busch. Il primo è finito violentemente a muro dopo aver danneggiato una gomma in un contatto con Truex: inizia in salita la sua corsa verso il passaggio del turno. Il secondo si è invece complicato la vita da solo toccando le barriere ad inizio corsa e poi trovandosi a rincorrere. Un altro contatto l'ha poi costretto ad accontentarsi del diciannovesimo posto. 

È anche da segnalare un ritorno nella categoria. Al volante di una Chevrolet del team di Rick Ware, si è rivisto il 55enne Joe Nemecheck, autore di 4 vittorie in Cup Series tra gli anni 90 e 2000, e in grado ancora di dare del filo da torcere agli avversari.

Domenica 15 settembre, gara

1 - Martin Truex Jr (Toyota) – Gibbs - 267 giri
2 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart/Haas - 267
3 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 267
4 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 267
5 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 267
6 - Alex Bowman (Chevy) – Hendrick - 267
7 - William Byron (Chevy) – Hendrick - 267
8 - Kyle Larson (Chevy) – Ganassi - 267
9 - Joey Logano (Ford) – Penske - 267
10 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 267

In campionato

1. Truex 2082; 2. Harvick 2079; 3. Logano 2075; 4. Busch 2063; 5. Keselowski 2058.