Da Daytona a Daytona, il cerchio sta per chiudersi. Mancano poco più di due settimane alla ripresa del campionato IMSA, che ripartirà da Daytona, sulla stessa pista che lo scorso gennaio aveva ospitato la 24 ore vinta dalla Cadillac di Briscoe, Kobayashi, Dixon e van der Zande. Ma non è tanto la data, 4 luglio, a catturare l'attenzione, quanto il fatto che la tappa della Florida sarà aperto al pubblico.

F1: Brawn ed i motori del 2026

Protocolli, mascherine e numero massimo

Nonostante in America la situazione pandemica sia tutt'altro che risolta, l'organizzazione ha deciso di fare questo passo aprendo gli spalti ad un massimo di 5000 spettatori. I protocolli da seguire saranno rigidi: accesso ai soli residenti in Florida, che dovranno rispettare la distanza di sicurezza (sei piedi, ndr), tutti i protocolli e le procedure di sicurezza stabilite dalle entità governative e dalle autorità federali. Ovviamente, non mancherà il controllo della temperatura all'ingresso e sarà obbligatoria la mascherina. La "240 at Daytona" scatterà il 4 luglio alle ore 18.05 locali ed avrà una durata di 2 ore e 40 minuti, dunque la bandiera a scacchi arriverà in notturna.

Hamilton in ginocchio in Austria in segno di protesta?

La felicità del presidente

Molto soddisfatto il presidente del circuito Chip Wile: "Da molto tempo aspettavamo di dare il bentornato ai nostri fan al Daytona International Speedway ed all'area di Daytona beach. C'è stato un intenso lavoro nella programmazione da parte dello staff del circuito, l'IMSA, il governo e gli ufficiali della sanità, così come la Nascar che riporterà metodicamente i tifosi nella nostra storica struttura. State tranquilli che ci assicureremo che ogni fan all'entrata sia in salute e che possa godersi il divertimento della 'IMSA WeatherTech 240 At Daytona'. Avere il ritorno delle sports car dell'IMSA come da tradizione in estate con i tifosi sugli spalti sarà molto più eccitante".