Vittoria fondamentale per Kevin Harvick a Dover, nel penultimo round della stagione regolare NASCAR. Battendo Martin Truex Jr, il pilota californiano si è assicurato matematicamente il titolo della regular season, che da diritto ad un bonus di 15 punti in tutti i gironi dei playoff che stanno per iniziare. Uniti a quelli che ha conquistato in gara e nei vari "stage", Harvick rischia di sforare quota 60 punti bonus, un numero molto alto che lo fa diventare quasi sicuro di essere tra i quattro che si giocheranno il titolo nella finale di Phoenix: anche se dovesse incappare in degli stop inattesi, potrà contare su un buon margine. 

Nascar: Hamlin beffa Truex in gara 1 a Dover

La vittoria nella seconda manche sulla pista del Delaware è stata per lui la settima dell'anno, a testimoniare un rendimento quasi da record. Alle spalle della Ford del team Stewart-Haas, secondo posto per Martin Truex Jr, lo stesso piazzamento di gara 1. Terza posizione per Jimmie Johnson, che all'ultima sosta, sostituendo solo due gomme, si era trovato a condurre al re-start con 17 giri alla conclusione. Non è riuscito a resistere, ma ha centrato punti preziosissimi nel suo tentativo di entrare ai playoff nella sua ultima stagione nella categoria.

Colpi di scena

Il suo avversario diretto sarà un compagno di colori al team Hendrick Motorsports, William Byron, che dopo un sabato da incubo si è piazzato in quarta posizione. A seguire Alex Bowman, coinvolto nell'incidente di Kurt Busch al sabato, mentre il team Penske è rimasto nuovamente fuori dalla top-5 sia con Joey Logano (sesto), sia con Brad Keselowski (ottavo).

La corsa ha visto più frequenti interventi della safety-car e contatti, oltre a una bandiera rossa alla fine del primo stage per riparare una buca sul tracciato in corrispondenza dell'area di re-start. Uno dei contatti più influenti sul risultato è avvenuto nei primi passaggi, e ha visto Chase Elliott tamponare Kyle Busch, il quale a sua volta aveva frenato per evitare un testacoda di Ricky Stenhouse. Il vincitore del sabato Denny Hamlin invece ha pagato cara l'uscita dai box con una ruota non completamente fissata che l'ha messo sotto di un giro. Dopo aver recuperato a pieni giri, ha chiuso diciannovesimo. 

Ora la sfida in ottica playoff si sposta su una delle piste dai risultati più imprevedibili, Daytona. Johnson e Byron si giocheranno l'accesso alla seconda fase con Matt DiBenedetto, che nel conto aggregato precede entrambi, di pochi punti, precisamente cinque su Byron e nove su Johnson. 

Tutto sulla Nascar

L'ordine d'arrivo della Drydene 311 (gara 2) di Dover:

1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 311 giri

2 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 311

3 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 311

4 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 311

5 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 311

6 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 311

7 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 311

8 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 311

9 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 311

10 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 311

In campionato

1. Harvick 1041; 2. Hamlin 907; 3. Keselowski 881; 4. Truex 845; 5. Logano 836.