Ci ha provato per anni, Kurt Busch, a vincere la sua gara di casa sul Las Vegas Speedway. Un ovale "cookie cutter" (ovvero: tagliato con lo stampino) simile ad altri ma per lui sempre stregato. Il campione 2004 ci è riuscito nell'edizione autunnale 2020, approfittando di un pizzico di fortuna: quando Jimmie Johnson ha forato nel finale spargendo pezzi di metallo sulla pista, lui era tra i piloti che non si erano ancora fermati per l'ultima sosta, che così ha potuto effettuare in safety-car. A quel punto, ha messo in mostra il potenziale che aveva e non era riuscito a far vedere in gruppo. 

Busch ha resistito a più di un re-start, incluso quello dell'overtime finale in cui i rivali hanno duellato gli uni contro gli altri, senza però trovare la capacità di spingersi a vicenda ed insidiare veramente la prima posizione. Ci ha provato Denny Hamlin, pilota più in forma della serata (121 giri in testa), che però ha visto Matt Di Benedetto rintuzzare il suo attacco per il secondo posto. Come sempre con la Ford del team Wood Brothers, il pilota di origini italiane ha centrato un ottimo piazzamento, lo stesso del precedente round di Las Vegas. Terzo alla fine Hamlin, mentre Martin Truex Jr. ha approfittato della battaglia per infilarsi al quarto posto, seguito da Alex Bowman. Solo sesto Kyle Busch, che anche nel round casalingo ha dovuto remare e si trova di poco sopra la soglia per l'eliminazione dai playoff che selezioneranno solo otto piloti. Già al turno successivo invece, in virtù della vittoria, il fratello maggiore.

Tutte le notizie sulle Corse USA

Top-10 anche per Ryan Blaney, Erik Jones e Kevin Harvick, mentre Johnson ha chiuso undicesimo nonostante il problema (non particolarmente impattante dato che doveva già fermarsi). Quattordicesimo ha concluso Joey Logano. Dopo un contatto con Kyle Busch a inizio gara, il pilota di Penske era stato costretto a un pit-stop in più per sistemare un parafango, rimanendo a lungo sotto di un giro. Nel finale, imbottigliato dietro una vettura lenta in ripartenza, è scivolato fuori dalla top-20 Chase Elliott, che aveva trascorso in testa oltre 70 giri vincendo il secondo stage. 

Bubba Wallace correrà per "Air" Jordan

Da segnalare in settimana la news più importante del mercato che ha visto Bubba Wallace approdare, per il 2021, ad una compagine formata da Michael Jordan e Denny Hamlin. L'unico pilota di colore della serie si è così assicurato un futuro stabile nella serie dopo aver annunciato la separazione dal team di Richard Petty. Wallace correrà presumibilmente da "satellite" del Joe Gibbs Racing con lo stesso materiale di Hamlin e compagni. Novità anche al team Ganassi, con l'arrivo di Ross Chastain, pilota del team "Junior" in Xfinity Series, per il 2021.

L'ordine d'arrivo della South Point 400 di Las Vegas (top-10):

1 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 268 giri

2 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 268

3 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 268

4 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 268

5 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 268

6 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 268

7 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 268

8 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 268

9 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 268

10 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 268

In campionato

1. Ku.Busch 3041*; 2. Harvick 3104; 3.Hamlin 3101; 4. Keselowski 3059; 5. Logano 3054.

* Ammesso di diritto al girone successivo