Sei vincitori in sei diverse gare per la Nascar 2021, sette, se si considera anche la tradizionale esibizione a Daytona di inizio anno. La stagione in corso continua a proporre sorprese, e anche su uno degli ovali più tradizionali, quello di Atlanta, non si è fatta eccezione. Con un sorpasso a otto giri dal termine nei confronti del dominatore fino a quel momento, Kyle Larson, Ryan Blaney ha portato a casa un successo di grande qualità che di fatto già lo porta verso i playoff di fine anno.  

La gara

La pista della Georgia, molto veloce ma sconnessa e abrasiva (è stata riasfaltata per l'ultima volta negli anni '90) ha richiesto una gestione estremamente attenta delle gomme, tanto più per le poche situazioni di safety-car. Grazie ad una vettura del team Hendrick velocissima, Larson aveva dominato 269 giri, vincendo entrambi gli stage intermedi e allungando su tutto il gruppo con facilità. Nel lungo stint finale con lo stesso set di Goodyear, ha però fatto fatica ad andarsene. Viceversa, il rivale del team Penske, sistemato l'assetto della sua vettura, è stato più performante sui long-run. Decisivo l’aiuto del compagno Joey Logano che, in fase di doppiaggio, ha fatto di tutto per costringere Larson a sfruttare le sue coperture. Blaney ha così potuto prendere il comando, vincendo la sua quinta gara in carriera. 

Alle spalle del podio

Nonostante tutto, si è trattato di una performance importante per il team Hendrick, con Alex Bowman terzo alle spalle di Larson e William Byron ottavo. Davanti al pubblico di casa, il campione in carica Chase Elliott si è dovuto fermare per una rottura, altrimenti sarebbe stato anche lui dalla partita. Tre vetture in top-10 anche per il team Gibbs, che non ha potuto combattere però per il successo. Denny Hamlin ha marcato punti al terzo posto, seguito da un rimontante Kyle Busch. Sesta posizione per Austin Dillon col team Childress, settima per Chris Buescher del Roush Fenway Racing. Proprio la scuderia diretta da Jack Roush ha salutato il nuovo co-proprietario - molto di minoranza - LeBron James: l'asso del basket ha acquistato una "fetta" dell'intero Fenway Group (che comprende tra l'altro anche i Boston Red Sox di baseball e Liverpool FC).
In crisi i piloti che ad Atlanta avevano trionfato nelle ultime occasioni. Kevin Harvick ha preso a fatica il decimo posto, mentre Brad Keselowski ha incontrato un problema tecnico terminando lontanissimo. Un solo incidente da riportare in tutte e 500 le miglia di gara, quello di Kurt Busch, toccato in una fase di ripartenza da Hamlin.

 I cani anti-COVID

Come nota di colore, va sottolineato il debutto nel motorsport dei cosiddetti Covid-Dogs. La Nascar ha ospitato una sperimentazione con "cani molecolari" addestrati per riconoscere i portatori del coronavirus nel paddock. 

L'ordine di arrivo della Folds of Honor QuikTrip 500 di Atlanta:

1 - Ryan Blaney (Ford) - Penske - 325 giri
2 - Kyle Larson (Chevrolet) - Hendrick - 325
3 - Alex Bowman (Chevrolet) - Hendrick - 325
4 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 325
5 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 325
6 - Austin Dillon (Chevrolet) - Childress - 325
7 - Chris Buescher (Ford) - Roush - 325
8 - William Byron (Chevrolet) - Hendrick - 325
9 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Gibbs - 325
10 - Kevin Harvick (Ford) - Stewart-Haas - 325

In campionato

1. Hamlin 277; 2. Larson 234; 3. Logano 214; 4. Truex 212; 5. Keselowski 206